-

Club 3 n. 12 dicembre 2003 - Home Page

 


cerca
nel sito

 

Scrivici
scrivici!

-

-

-

-

-

stampa o salva la pagina per leggere con più comodo

TRADIZIONI D’ITALIA/3

MILLE COLORI DALLE CASE ALLE PIAZZE

   
di
Monica Conforti
  

Dall’Europa Centrale, il successo italiano dei mercatini dell’Avvento
   

Giungono dalle piazze dell’Europa centrale, dove da secoli costituiscono uno degli appuntamenti più sentiti. La tradizione mitteleuropea dei mercatini di Natale – o dell’Avvento, o di Gesù Bambino, a seconda dei luoghi – riempie, adesso, anche le piazze e i centri di città e paesi del Nord Italia. Con un successo travolgente. E pensare che le prime bancarelle spuntarono nelle piazze altoatesine solo tredici anni fa, grazie all’intuizione di alcuni operatori locali che vollero valorizzare quelle tradizioni già presenti in ogni famiglia: l’arrivo di San Nicolò, l’albero con addobbi in legno e frutta, la corona dell’Avvento, i dolcetti preparati solo in quelle settimane. «Sono quelli di Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico i veri mercatini dell’Avvento», sottolinea con orgoglio Christofh Engl, direttore di Alto Adige Marketing. «E rappresentano un appuntamento aperto a tutti con le nostre tradizioni di sempre, dall’artigianato alla gastronomia. Tradizioni che abbiamo fatte uscire dalle case e portate in piazza. Tutto qui».

Mercatini dell’Alto Adige

Si sono aperti il 29 novembre e offrono spunti e temi differenti. Vipiteno, fino al 4 gennaio, in piazza, sotto la Torre delle Dodici, propone il meglio dell’oggettistica e celebra con una mostra la propria tradizione mineraria. A Bolzano le bancarelle sono in piazza Walther e in piazza Parrocchia il palazzo dell’Alto Adige Marketing si trasforma in un grande calendario dell’Avvento. In piazza Municipio c’è, per la prima volta, il Mercatino dell’artigianato, fino al 23 dicembre. Quello di Merano è l’appuntamento più goloso, con dolci e menu speciali. I bimbi si divertono al Club Stellina mentre nonni e genitori sfilano tra le bancarelle sul Lungo Passirio (fino al 30 dicembre). A Bressanone il mercatino rimane aperto fino al 6 gennaio per dare modo anche a coloro che arrivano dopo il Natale di vivere l’atmosfera di piazza Duomo coi suoi colori e la musica che quest’anno sarà il tema dominante. La centralissima via Bastioni invece ospita il mercatino di Brunico, incentrato sull’artigianato artistico fino al 4 gennaio. Alto Adige Marketing 0471.99.98.88, www.suedtirol.info/mercatini.

La magia del Natale, a Trento, va in scena fino al 24 dicembre all’interno delle antiche mura cittadine. Fra le bancarelle non manca l’itinerario "I sapori del mercatino" volto a far conoscere i prodotti tipici trentini. Ricchissimo il calendario degli eventi e delle feste. Ufficio turistico, 0461.98.38.80, www.apt.trento.it.

Da qualche anno c’è anche un mercatino per gli sciatori in Val Gardena: si tiene a Santa Cristina ogni venerdì, sabato e domenica fino al 24 dicembre. Ufficio turistico, 0471.792277, www.val-gardena.com.

Monica Conforti