Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 7/8 LUGLIO-AGOSTO 2007

Sommario

EDITORIALE
Accompagnare i figli senza sostituirsi a loro
la DIREZIONE

SERVIZI
Come cambia l’università italiana
GIUSEPPE BERTAGNA

Orientamento: i nuovi percorsi
MARIAGIOVANNA SAMI

Imparare a sognare il figlio
LAURA FORMENTI

Il contenitore del malessere giovanile
ARISTIDE TRONCONI

Geni persi per l’umanità
ANDREA CAMMELLI

La distanza tra ideale e reale
LUIGI LORENZETTI

DOSSIER
I sistemi universitari europei
ELENA MADDALENA

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
La fatica di avere vent’anni
BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Una bussola nel mare delle opzioni
ROSANNA PRECCHIA

Manuale per genitori adottivi
ORSOLA VETRI (a cura di)

MATERIALI & APPUNTI
Lavoro e famiglia: quale ri-conciliazione?
LORENZA REBUZZINI

Gli strumenti per scegliere gli studi
PAOLA SPOTORNO

CONSULENZA GENITORIALE
Ma tu quanti "open day" hai fatto?
EMANUELA CONFALONIERI

POLITICHE FAMILIARI
Gli svantaggi economici della famiglia
COMITATO PER LA FAMIGLIA

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Calo di divorzi negli Stati Uniti
STEFANO STIMAMIGLIO

IL CISF INFORMA
Convivenze all’italiana

LIBRI & RIVISTE

 

 DOSSIER - UN PANORAMA STIMOLANTE

I SISTEMI UNIVERSITARI EUROPEI

Nell’Ue sta prendendo forma uno scenario estremamente stimolante e in evoluzione relativo alle istituzioni di educazione superiore. In questo Dossier si offre un campione dei sistemi universitari di alcuni Paesi europei: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Norvegia, Regno Unito, Ungheria e Spagna. La scelta ha tenuto conto della loro posizione geografica, della grandezza e delle loro particolarità per quanto riguarda accesso e metodi di studio. Da questa panoramica si evidenzia una struttura articolata in due cicli (Bachelor/Master), adottata in quasi tutti gli ambiti, e l’adozione del "sistema europeo di trasferimento e accumulazione dei crediti" (Ects - "European credit transfer system").
  

LA FORMAZIONE UNIVERSITARIA
PROPOSTE DALL’EUROPA

 di Elena Maddalena
(Ufficio comunicazione Agenzia LLP Comenius,
Erasmus, Grundtvig, Visite di studio)
  

Il panorama europeo dell’educazione superiore ha subito negli ultimi anni una profonda trasformazione, che ha visto le università e gli altri istituti deputati all’istruzione superiore protagonisti in un processo di armonizzazione dei loro sistemi.

Alcuni Governi europei (Germania, Francia, Italia e Regno Unito) nel 1998 hanno formulato la proposta di stabilire un’area europea in grado di offrire agli studenti e alla società nel suo insieme un sistema aperto, di evidente qualità, che permettesse tanto la mobilità dei docenti e degli studenti, come una stretta cooperazione tra le università europee. La Dichiarazione della Sorbona, firmata da questi quattro Stati nel maggio del 1998, ha rappresentato l’origine dello spazio europeo dell’educazione superiore che sarebbe nato nel giugno del 1999 con la firma della Dichiarazione di Bologna.

Il Processo di Bologna ha evidenziato l’esigenza di una riforma a carattere europeo, e si propone di realizzare entro il 2010 uno Spazio europeo dell’istruzione superiore. Vi partecipano al momento 45 Paesi europei, e si tratta di un grande sforzo di convergenza e armonizzazione dei sistemi universitari dei Paesi partecipanti che sta coinvolgendo direttamente tutte le istituzioni europee e le loro componenti.

Grazie anche ai successivi programmi dell’Ue sta prendendo forma un panorama estremamente stimolante che delinea degli scenari di cambiamenti per le istituzioni di educazione superiore nella società e nell’economia dell’informazione e della conoscenza.

Nelle schede elaborate si presenta un campione dei sistemi universitari di alcuni Paesi europei: Austria, Danimarca, Germania, Francia, Norvegia, Regno Unito, Spagna e Ungheria. Ogni scheda contiene informazioni circa la struttura del sistema, i titoli di studio, l’offerta formativa, l’accesso, il metodo di studio ed una selezione delle principali strutture universitarie presenti sul territorio.

La scelta di tali sistemi ha tenuto conto della loro posizione geografica, con tre Paesi dell’Europa centrale, tre dell’Europa del Nord, un Paese che affaccia sul Mediterraneo e un Paese esteuropeo. Inoltre, si è tenuto conto della grandezza dei Paesi e delle loro particolarità per quanto riguarda l’accesso e i metodi di studio.

Da questa panoramica si evidenziano alcune caratteristiche che accomunano i sistemi di istruzione superiore: una struttura articolata in due cicli (Bachelor/Master), adottata in quasi tutti gli ambiti di studio (sebbene la medicina e i settori collegati costituiscano generalmente un’eccezione) e l’adozione del "sistema europeo di trasferimento e accumulazione dei crediti" (Ects - European credit transfer system), inizialmente previsto come mezzo per facilitare la mobilità transnazionale degli studenti, ma ora utilizzato anche per accreditare i corsi a livello nazionale.

AUSTRIA
Aspetti strutturali e titoli di studio

Le università e gli istituti di istruzione superiore in Austria hanno lo scopo principale di preparare i loro studenti a una professione lavorativa, fornendo alla fine del percorso accademico il diploma di laurea, denominato Magister o Diplom Ingenieur e il dottorato di ricerca.

Gli studi universitari si sviluppano in due cicli della durata minima totale di otto semestri fino a dodici semestri o più. Ogni ciclo si conclude con un esame (Diplomprüfung) basato su varie materie. L’ammissione all’esame per il conseguimento del Magister è legato alla presentazione di una tesi di ricerca (Diplomarbeit).

Gli studi di dottorato hanno la durata minima di quattro semestri e gli studenti devono presentare una tesi di dottorato, che rappresenta l’elaborato finale della loro ricerca. Il dottorato si conclude con una serie di esami orali (Rigorosen).

Per quanto riguarda gli altri studi superiori (Fachhochschulen), questi hanno la durata minima di tre anni, esclusa la formazione pratica. Questo ciclo di studi si conclude con un esame che consiste in una tesi di ricerca e un esame orale. Gli studenti diplomati presso le Fachhochschule possono accedere a studi di dottorato ma la loro durata sarà di due semestri più lunga rispetto ai dottorati per gli studenti universitari. Una Reifeprüfung (esame alla fine del ciclo secondario superiore, denominato anche "Matura") è necessaria per essere ammessi a tutti gli studi superiori scientifici. Gli studenti che non possiedono tale titolo ma sono qualificati per determinati studi possono sostenere un esame, lo Studienberechtigungsprüfung, che dà diritto a iscriversi in un determinato corso universitario.

Per aver accesso alle università delle Belle Arti, gli studenti candidati devono dimostrare il loro talento artistico tramite un test attitudinale.

Studiare in Austria

Sono presenti sei università sul territorio, la maggior parte delle quali offre un ampio ventaglio di scelte riguardo ai corsi, dalle arti alle scienze sociali, legge, medicina o scienze. L’Università di Vienna è di gran lunga la più grande, con circa 70 mila studenti.

In Austria sono presenti anche dodici università specializzate su materie tecniche, artistiche, su settori industriali, agricoli e forestali e nelle aree economiche.

Accesso

I requisiti d’ingresso agli studi universitari in Austria includono il diploma di scuola secondaria superiore o almeno un certificato che attesti la conclusione di un corso di studi secondari superiori di almeno tre anni. Per accedere ai corsi di master è necessario aver completato il primo ciclo di studi universitari (Magister) o l’equivalente in un settore uguale o simile a quello del master. Alcune università prevedono il superamento di esami di ammissione ai loro corsi, in aggiunta al diploma di scuola secondaria superiore.

Il metodo di studio

I programmi di studio sono costituiti da corsi obbligatori (Pflichtfächer), corsi integrativi delle materie principali (Wahlfächer) e corsi facoltativi (Freifächer) che lo studente può liberamente scegliere tra i corsi esistenti, purché compatibili con il suo settore di studio. I corsi sono organizzati in attività teoriche (VO - Vorlesungen), esercitazioni (UE - Übungen), seminari (SE - Seminaren). Gli esami possono essere orali, scritti e basarsi in parte su esercitazioni pratiche. Il sistema di votazione adottato è numerico, affiancato da giudizi: da 1 (sehr gut - molto buono) a 5 (nicht genuegend - insufficiente).
   

Alcune università generali e specializzate in Austria:


DANIMARCA
Aspetti strutturali e titoli di studio

Il sistema di istruzione superiore danese offre corsi di durata variabile e di vari livelli, raggruppabili in due settori principali:

Settore universitario. Questo comprende le università multifacoltà, quelle specializzate in una determinata area e le accademie musicali. In questo settore l’insegnamento promuove la ricerca autonoma.

Scuole specializzate non universitarie. Sul territorio sono presenti oltre 130 istituti di questo tipo, che offrono corsi professionali di breve e media durata (2-4 anni).

Uno corso universitario normalmente consiste in un programma di studio di tre anni, che porta al Bachelor’s degree, seguito da un corso di due anni, alla fine dei quali gli studenti conseguono il titolo di Candidatus, equiparabile al Master. Alla fine dell’ultimo biennio gli studenti devono scrivere una tesi, per ottenere il titolo di Candidatus.

Alcune aree disciplinari, come farmacia, medicina e veterinaria non contemplano la possibilità di ricevere un Bachelor’s degree, ma rilasciano solo il titolo di Candidatus, a conclusione di un ciclo completo di studi (3+2).

I corsi universitari prevedono un piano di studi strutturato, con un numero di insegnamenti che aumentano a partire dal terzo anno di studi. L’area umanistica offre una scelta fra vari corsi: il Bachelor of Arts (3 anni); il Candidatus Magisterii (3+2); il Magister Atrium (3+3). Per il conseguimento del Ph.D. degree sono necessari altri tre anni di lavoro di ricerca, svolto sotto la supervisione di un professore.

Studiare in Danimarca

Gli studenti internazionali possono trovare in Danimarca una vasta scelta di opportunità formative:

  • corsi di laurea

  • programmi di scambio/mobilità

  • studi personalizzati

  • programmi universitari estivi.

Moltissimi corsi e programmi di studio sono insegnati in lingua inglese, ciò facilita le opportunità di studio a tutti i livelli. La qualità dei corsi è piuttosto alta e per essere ammessi il livello accademico e le capacità linguistiche degli studenti candidati devono essere adeguate.

Tutti gli istituti di istruzione superiore utilizzano il Sistema europeo di trasferimento dei crediti, ECTS. Gli studenti ricevono diplomi, certificati o altri tipi di certificazione per tutti i corsi portati a termine. Tutti gli studenti che conseguono un diploma ricevono il Diploma Supplement in inglese.

Accesso

Gli studenti internazionali che desiderano studiare in Danimarca devono tener presente che i criteri di ammissione dipendono dal livello di studi e le procedure di selezione e le scadenze variano di conseguenza.

Non sono previste tasse di iscrizione per tutti gli studenti dell’Unione europea e dei Paesi Eea (Spazio economico europeo). È fondamentale pianificare un periodo di studio in Danimarca con largo anticipo, leggendo attentamente i requisiti e le procedure, le opportunità per borse di studio e contattando anche l’istituto superiore di partenza.

Il metodo di studio

L’istruzione universitaria danese ha una lunga tradizione che combina l’eccellenza con l’innovazione e il dinamismo dei metodi di studio e di ricerca. Oltre a seguire le lezioni, gli studenti lavorano insieme in piccoli gruppi, sviluppano progetti di lavoro e sono incoraggiati a contribuire attivamente alla discussione.

Il punto di vista critico e analitico del singolo studente rappresenta infatti un elemento importante nell’educazione superiore in Danimarca, così come la sua capacità di comunicare con gli altri. Questo aspetto si riflette non solo nel metodo di insegnamento ma anche nella valutazione degli studenti, con esami scritti e orali. Per molti studenti internazionali questo metodo di studio è positivo e stimolante.

Alcune fra le università, i college e gli istituti di istruzione superiore professionale danesi:


FRANCIA
Aspetti strutturali e titoli di studio

Il sistema di istruzione superiore francese prevede al suo interno due tipologie di istituzioni:

  • università, istituzioni pubbliche aperte a tutti gli studenti;

  • college pubblici o privati (Grandes Écoles) e istituti.

A partire dal 2002, le università francesi hanno iniziato a implementare il modello 3+2 di riforma del sistema universitario, come indicato dal Processo di Bologna quale via all’armonizzazione dei sistemi universitari europei. Dal tradizionale percorso di studi, che in Francia prevedeva una organizzazione in tre cicli, con un biennio generale, metodologico o tecnico (Deug - Diplôme d’études universitaires générales/Deust - Diplme d’études universitaires scientifiques et techniques), triennio di studi specialistici con la Maîtrise (tesi di laurea) finale, un terzo ciclo dedicato all’orientamento professionale e il dottorato, si è passati a una nuova struttura universitaria, il modello Lmd (Licence, Master, Doctorat). Il nuovo sistema prevede quindi la scomparsa del Deug/Deust a favore di un primo livello di studi, della durata di 3 anni, che consente di acquisire una laurea di I livello (Licence/Bachelor) pari a 180 crediti Ects.

Successivamente lo studente che ha completato il I livello di studi può iscriversi a un Master per specializzare, nei due anni successivi, i suoi studi. Per completare il Master sono richiesti 120 crediti Ects. Il percorso di studi può quindi proseguire nel dottorato, che prevede un esame finale e ha la durata di tre anni.

Studiare in Francia

Gli istituti di istruzione superiore in Francia sono numerosi e diffusi su tutto il territorio francese. Accanto alle grandi università prestigiose, come la Sorbona, sono presenti campus moderni che offrono percorsi di studio in economia, scienze politiche, ingegneria, arti, turismo, medicina e altri ambiti. Le università, le grandi scuole e gli istituti specializzati propongono una formazione moderna che copre ogni ambito del sapere. L’insegnamento superiore è gestito quasi esclusivamente dallo Stato, che destina ogni anno circa il 20% delle sue risorse all’istruzione.

In media la Francia ospita 240 mila studenti internazionali, pari al 10% della popolazione studentesca totale.

Accesso

Per l’iscrizione all’università è richiesto il baccalaureato o un titolo giudicato equivalente. Per chi non è in possesso dei titoli richiesti, esiste la possibilità di sostenere un esame detto Diplôme d’accès aux études universitaires, Daeu, di tipo A (umanistico) o B (scientifico). L’autonomia di cui godono le strutture di istruzione superiore in Francia le autorizza a fissare ulteriori criteri di ammissione specifici. Gli studenti che desiderano intraprendere un percorso di studi in Francia dovranno quindi verificare che il loro percorso sia in linea con la formazione che si intende seguire e che la conoscenza della lingua francese sia soddisfacente.

Il metodo di studio

Il controllo delle conoscenze nelle università francesi è progressivo (contrôle continu) e la frequenza alle lezioni è obbligatoria. Vi sono due tipi di corsi, come nelle università italiane: i corsi istituzionali e le esercitazioni. I corsi istituzionali (cours magi-straux) sono tenuti dall’insegnante in un anfiteatro davanti a un grande numero di studenti e non c’è interazione. Le esercitazioni sono corsi con un numero ridotto di studenti che partecipano attivamente all’apprendimento, grazie a esercizi o a presentazioni orali (exposés). Le esercitazioni vengono chiamate travaux pratiques (Tp) per le facoltà scientifiche, perché in genere comportano attività di laboratorio, e travaux dirigés (Td) per le altre facoltà. Il metodo di insegnamento francese ricorda molto le scuole superiori. Gli studenti vengono guidati in ogni fase del loro percorso di studi, secondo un sistema di compiti in classe e di esami alla fine dell’anno. Le date degli esami sono inderogabili. Alla fine dell’anno, è necessario avere la sufficienza nella maggior parte delle materie per poter accedere all’anno successivo. Se si è stati bocciati a un esame, ci si può sottoporre a una prova di recupero a settembre (session de rattrapage). Per gli studenti stranieri che approdano in un’università francese nell’ambito di un programma di scambio di tipo Erasmus, le regole enunciate si applicano solo in parte. Lo studente Erasmus in genere sostiene solo alcune prove, a seconda degli accordi presi con l’università di origine.

In Francia, l’apprendimento viene valutato in più fasi: attraverso verifiche parziali che contano per il 50% del voto complessivo e attraverso un esame globale, alla fine dell’anno o del semestre, per il 50% restante. Gli esami francesi, per lo più scritti, sono a volte basati solo sugli appunti presi a lezione. In generale, mentre in Italia la gamma di voti che va da 18 a 30 viene utilizzata per intero, in Francia i voti sono calcolati in ventesimi, ma i più alti restano inutilizzati.
   

I più importanti istituti di istruzione superiore in Francia:


GERMANIA

Aspetti strutturali e titoli di studio

Il sistema di istruzione superiore tedesco prevede diversi tipi di istituzioni:

Universitäten (università): offrono una vasta gamma di studi in economia, scienze sociali, scienze naturali, lingue... e Technische Universitäten/Technische Hochschulen (politecnico) specializzate negli studi tecnici e d’ingegneria.

Paedagogische Hochschulen (Colleges of education - Istituto superiore per la formazione degli insegnanti): specializzate nella formazione degli insegnanti di scuola primaria e secondaria. Molti di questi istituti sono stati integrati come corsi di studio all’interno delle università a partire dagli anni ’70. Esistono ancora come istituzioni indipendenti nella regione Baden-Wäüerttemberg. 

Fachhochschulen (Universities of applied sciences - istituti superiori a indirizzo scientifico): tipicamente tedesche, offrono corsi di studio fortemente orientati all’acquisizione di competenze pratiche, attraverso lo svolgimento di attività di tirocinio (practical work) pari a 1 o 2 semestri. I corsi di studio riguardano ingegneria, economia, scienze sociali, scienze informatiche.

Le Fachhochschulen, nate nel 1968, offrono diversi vantaggi: uno stretto legame tra le applicazioni pratiche e lo studio teorico; tempi di studio più corti rispetto a quelli dell’università; le lezioni si svolgono in gruppi limitati; l’organizzazione dei piani di studio e degli esami è strettamente legata alla pratica.

Il corso di studi dura in genere 4 anni (dagli 8 ai 9 semestri). È diverso a seconda delle scelte e si conclude con un esame di diploma nel settore prescelto (Diplom FH).

Kunsthochschulen e Musikhochschulen (Accademia di Belle Arti e Conservatorio di musica): offrono corsi di studio nelle arti visive, design e nelle discipline musicali.

L’anno accademico si divide in due semestri. Il semestre estivo generalmente va dal 1° aprile al 20 settembre, il semestre invernale inizia il 1° ottobre e termina il 31 marzo. Circa un terzo dell’anno accademico non si svolge nelle università ma serve agli studenti per preparare i paper di ricerca, i lavori, le presentazioni o studiare. Alcuni professori programmano gli esami in questo periodo che può servire agli studenti per periodi di internship.

Studiare in Germania

Le università impartiscono principalmente un’istruzione teorica. Le facoltà maggiormente presenti sul territorio includono medicina, legge, scienze sociali e culturali, economia e scienze dell’educazione. Ricerca e studio sono strettamente legate. La ricerca è volta principalmente all’acquisizione di nuove conoscenze, più che alla sua applicazione pratica. Gli studenti sono piuttosto liberi di elaborare il loro piano di studi, decidendo quali lezioni frequentare o con quale professore sostenere gli esami. Esistono tuttavia delle linee guida da seguire.

Accesso

I requisiti di ingresso per gli studi universitari sono l’Abitur o un titolo equivalente di istruzione secondaria superiore ma per accedere ad alcuni corsi di laurea specialistici sono necessari alcuni prerequisiti, come esperienze lavorative o esami di ammissione.

L’accesso a studi post universitari richiede un titolo universitario e/o un’esperienza lavorativa rilevante. Sono rivolti a studenti che intendono proseguire gli studi per ottenere una qualifica nelle aree specifiche degli studi intrapresi.

Il metodo di studio

Esistono molti metodi di studio e di insegnamento nelle università tedesche: lezioni frontali, seminari, studio in gruppo. Durante le lezioni frontali, il professore spiega e gli studenti prendono appunti, che verranno rivisti a casa. Molti professori forniscono anche dispense e altro materiale didattico. In molte classi i contenuti delle lezioni possono essere discussi durante i tutoraggi, tenuti da studenti laureati. In questi momenti i problemi pratici vengono risolti e le tematiche vengono discusse più nel dettaglio.

Molte università organizzano seminari, generalmente di due tipi: seminari per gli studenti universitari e seminari post universitari. In molti corsi gli studenti devono presentare delle relazioni, che vengono discusse in classe e che vengono valutati. Le valutazioni sono necessarie per ottenere il titolo universitario. La valutazione complessiva del percorso di studi è composta dalla presenza ai seminari, lezioni e dall’esito degli esami pratici.

Università presenti in Germania:


NORVEGIA
Aspetti strutturali e titoli di studio

Il sistema norvegese di istruzione superiore comprende tutti gli istituti universitari e/o i programmi accreditati. A eccezione di alcuni college universitari privati, tutti gli istituti di istruzione superiore sono statali.

Dal 2003 la Norvegia si è uniformata agli obiettivi del Processo di Bologna tramite le Riforma della qualità. Con tale riforma è stato implementata la struttura dei cicli 3 + 2 + 2 formati dal Bachelor, Master e Ph.D. come da standard europei. Con tale sistema è diventato più semplice per gli studenti portare a termine almeno uno dei cicli e ricevere un riconoscimento formale delle qualifiche anche negli altri Paesi europei.

Tutti gli istituti di istruzione superiore utilizzano il sistema europeo di trasferimento dei crediti, Ects. Ogni anno accademico vale 60 crediti Ects; i voti agli esami universitari e post universitari seguono una scala che va da A (voto più alto) a F (voto più basso) con E come voto minimo per la sufficienza. Oltre alle attività di insegnamento, tutti gli istituti di istruzione superiore, e in particolare le università sono responsabili nel condurre attività di ricerca e formazione di ricercatori, a livello post universitario o con programmi di dottorato di ricerca.

Studiare in Norvegia

L’internazionalizzazione è una priorità in tutti i settori del sistema educativo norvegese, le università e i college universitari sono costantemente all’opera per facilitare gli studenti internazionali. Circa 11 mila studenti stranieri sono attualmente iscritti negli istituti superiori norvegesi. Gli studenti internazionali hanno a loro disposizione una varietà di programmi universitari e post universitari, programmi di mobilità e la possibilità di studiare come free mover, organizzando in autonomia il percorso di studio da intraprendere, la lunghezza e il finanziamento.

Accesso

Per accedere ai corsi universitari in Norvegia è necessario attenersi a scadenze e procedure, contattando le università dove si intende studiare. Generalmente la scadenza per gli studenti stranieri è fra il 15 gennaio e il 15 marzo per corsi che iniziano l’autunno successivo (agosto). Alcune istituzioni hanno scadenze di "preselezione" anticipate. La selezione tiene conto del livello di istruzione del candidato (secondario superiore per i corsi universitari, diploma di livello Bachelor per Master) e della conoscenza della lingua inglese. Per seguire corsi in lingua norvegese verrà valutato anche il livello di conoscenza del norvegese.

Il metodo di studio

I corsi sono misurati in crediti Ects (studiepoeng); quindi il completamento di un anno accademico richiede l’acquisizione di 60 crediti. Prima della Riforma qualitativa dell’istruzione superiore, i corsi erano misurati in vekttall, il sistema di crediti norvegese, in base al quale un semestre corrispondeva a 10 vekttall pari a 30 crediti Ects. I corsi sono organizzati in attività teoriche (lectures) ma possono prevedere anche attività seminariali e attività di laboratorio. La riforma ha introdotto un nuovo sistema di votazione strutturato su una scala di giudizi corrispondente a quello Ects: da A (voto più alto) a E (voto più basso) e F per gli esami non superati. In alcuni casi viene invece utilizzato il sistema di votazione Pass (superato) oppure Fail (non superato). L’anno accademico inizia a metà agosto e termina a metà giugno con una suddivisione in due o tre periodi (terms). La lingua di istruzione è il norvegese anche se numerosi sono i corsi offerti in lingua inglese (spesso anche i libri di testo sono in inglese).
    

Alcune università e college universitari in Norvegia:

 

College privati legalmente riconosciuti:


REGNO UNITO
Aspetti strutturali e titoli di studio

Il sistema di istruzione superiore britannico comprende tre anni di studi superiori che portano al conseguimento di un first degree, talvolta chiamato anche undergraduate degree. Questo titolo si ottiene dopo 16 anni dagli inizi degli studi (primari, secondari e post secondari). I first degree possono anche prevedere periodi più lunghi di tre anni, come nel caso dei corsi in medicina o veterinaria, che durano dai cinque ai sei anni. Alcuni dei titoli più comuni sono: Bachelor of Arts (Ba), Bachelor of Science (Bsc), Bachelor of Education (Bed), Bachelor of Engineering (Beng), Bachelor of Laws (Llb), Bachelor of Medicine (Mb).

È possibile conseguire anche il Bachelor’s Honours degree, seguendo un numero maggiore di corsi e portando avanti un percorso di studi più autonomo. Questo titolo è generalmente necessario per accedere a un livello superiore di studi mentre i programmi di Master e Ph.D. seguono il Bachelor’s degree.

A livello di first degree gli studenti possono ottenere le valutazioni Class I (first), che è il massimo della votazione, Class II (Division 1), che è molto buono, Class II (Division 2), che è un risultato non particolarmente brillante e Class III (Third) che è il voto più basso.

L’anno accademico inizia il 1° settembre e termina il 30 di agosto ma l’attività didattica è più breve, generalmente da settembre/ottobre fino a giugno.

Studiare nel Regno Unito

Le università e i college britannici offrono una grande varietà di opportunità educative a livello accademico o di formazione professionale. Il settore dell’istruzione superiore comprende le sedi storiche universitarie (Cambridge, Oxford) così come le università più recenti.

Alcuni ambiti di studio sono:

  • scienze

  • arti, incluso scienze umanistiche e lingue moderne

  • medicina, incluso veterinaria, odontoiatria

  • scienze dell’Educazione

  • legge

  • sviluppo professionale, incluso gestione delle risorse umane e Mba.

Il Regno Unito ha una lunga tradizione per quanto riguarda l’accoglienza di studenti internazionali, con la presenza di tutor personali nei college e nelle università oltre a consulenti che aiutano gli studenti a risolvere gli aspetti pratici del soggiorno (alloggio, salute, ecc.)

Accesso

Gli studenti che intendono frequentare l’università devono aver già iniziato gli studi da 13 anni (primari, secondari e post secondari) e aver sostenuto gli esami A (Advanced Level). Molti di questi esami vengono monitorati da commissioni esaminatrici britanniche, sotto la supervisione delle università britanniche (University of Cambridge Local Examination o University of London School Examination Board).

Per accedere ai corsi di istruzione superiore gli studenti devono fare domanda alle singole istituzioni attraverso un’organizzazione centrale, lo Universities and Colleges Admissions Service (Ucas) che opera solo come centro di smistamento delle domande e non stabilisce gli standard di ammissione o la possibile ammissione dello studente.

Le più importanti università, college e istituti di istruzione superiore professionale nel Regno Unito:


UNGHERIA
Aspetti strutturali e titoli di studio

Gli studi superiori in Ungheria si compongono da un primo ciclo di studi che offre una qualifica generale (Bachelor) e ha la durata di 3 o 4 anni (pari a 6-8 semestri). Durante il secondo ciclo di corsi gli studenti lavorano alla loro tesi di Master per 1 o 2 anni (pari a 4-6 semestri), mentre il terzo ciclo di studi porta al conseguimento del dottorato di ricerca. L’istruzione superiore si concentra a Budapest ma sono presenti anche università di buon livello nelle principali città dell’Ungheria.

L’istruzione superiore offre anche brevi corsi post secondari (formazione superiore accreditata, Aifsz). Questo tipo di formazione è più orientata alla pratica rispetto a un livello universitario e si conclude con una qualifica di livello più basso rispetto al Bachelor. Sono inoltre disponibili corsi della durata biennale in programmi di formazione professionale avanzata (livello 5B dell’Isced).

Accesso

In Ungheria l’istruzione superiore è finanziata dallo Stato fino al completamento del primo ciclo di studi, di conseguenza l’accesso all’università è gratuito e per il secondo e il terzo ciclo gli studenti possono richiedere borse di studio. Per accedere all’università è necessario possedere un diploma di scuola secondaria superiore. Gli studenti internazionali che intendano conseguire un titolo di studio in un università ungherese, per maggiori informazioni dovranno contattare l’Ufficio nazionale per l’accesso all’istruzione superiore (http://english.tpf.hu/pages/subpage/www.felvi.hu).

Studiare in Ungheria

Il Sistema Ects è in uso nei programmi di cooperazione europea per il riconoscimento degli studi dal 2003. Con questo sistema, i crediti accumulati in un altro Paese europeo sono accettati anche nei college e nelle università ungheresi e viceversa. Generalmente 60 crediti rappresentano un anno di studi, quindi ogni semestre corrisponde a 30 crediti. Gli istituti d’istruzione superiore sono molto incentrati sugli esami, che soprattutto nei college costituiscono il punto cruciale in termini di valutazione sia della conoscenza che della pratica. Il sistema di voti ungherese va da 5 a 1: il 5 corrisponde a un "eccellente" mentre l’1 significa che l’esame è da ripetere.

Il Diploma supplement è attivo da luglio 2003 su richiesta degli studenti ed è rilasciato gratuitamente, anche in lingua inglese.

Il metodo di studio

L’insegnamento comprende seminari obbligatori, lezioni frontali e, occasionalmente lavori in laboratorio. I seminari sono interattivi, e comprendono un confronto fra il professore e un piccolo gruppo di studenti su un particolare argomento di discussione diverso ad ogni incontro. La partecipazione attiva degli studenti rende queste sessioni particolarmente vivaci. Le lezioni frontali seguono il classico schema di insegnamento: il professore spiega e l’audience resta in silenzio.

Principali università in Ungheria:


SPAGNA
Aspetti strutturali e titoli di studio

La struttura e l’organizzazione degli studi universitari in Spagna si articola in un primo ciclo di studi (Enseñanzas de grado) dedicato alla formazione generale e a insegnamenti orientati all’esercizio di attività di carattere professionale. Il primo ciclo richiederà l’acquisizione da 180 a 240 crediti Ects. Il secondo ciclo (Enseñanzas de posgrado) riguarda invece la formazione specializzata dello studente in un determinato settore di studio e richiederà il superamento di 60-120 crediti Ects per ottenere il titolo di Master.

Il titolo di dottore si ottiene solo dopo il superamento di un terzo ciclo di studi universitari finalizzati alla ricerca e richiede la presentazione di una tesi di ricerca di carattere originale.

Attualmente i corsi di studio nelle università sono organizzati in: 

corsi di studio di I ciclo (Enseñanzas de primer ciclo - ciclo corto), hanno un orientamento professionale, durata pari a 3 anni e si devono superare da 180 a 270 crediti. Al termine si ottiene il titolo di Diplomado, Ingeniero tecnico o Arquitecto tecnico a seconda del tipo di studio effettuato. Questi corsi si svolgono nelle Escuelas técnicas superiores, Escuelas universitarias e facultades; 

corsi di studio di I e II ciclo (Enseñanzas de primer y segundo ciclo - ciclo lungo), hanno una durata di 4 o 5 anni e si devono superare dai 300 ai 450 crediti. Al termine si ottiene il titolo ufficiale di Licenciado, Ingeniero o Arquitecto, a seconda del tipo di studio effettuato. I corsi di lungo ciclo si svolgono nelle Facultades e nelle Escuelas técnicas superiores

corsi di studio di III ciclo (Enseñanzas de terzer ciclo), sono studi avanzati a cui possono accedere solo i laureati, la cui finalità è la specializzazione in un campo scientifico, tecnico o artistico e la formazione alla ricerca. Questi studi richiedono il superamento di 32 crediti (320 ore). Al termine, si sostiene una prova di valutazione che se superata consente di ottenere un diploma attestante gli studi di dottorato (Dea - Diploma de estudios avanzados). Solo in seguito alla presentazione di una tesi di ricerca si può aspirare a ottenere il titolo di Doctor.

Studiare in Spagna

Gli studi universitari si possono accorpare in 5 gruppi: umanistici, scienze sperimentali, scienze della salute, scienze sociali-giuridiche e studi tecnici.

Gli insegnamenti si classificano in: 

Asignaturas troncales, si tratta di insegnamenti che devono essere inseriti obbligatoriamente in tutti i piani di studio che consentono di ottenere lo stesso titolo; 

Asignaturas obligatorias, si tratta di materie definite da ciascuna università nei propri piani di studio; 

Asignaturas optativas, insegnamenti opzionali che possono essere scelti liberamente da ciascuno studente all’interno del proprio piano di studio;

Asignaturas de libre eleccion, almeno un 10% dei crediti totali deve riguardare attività liberamente scelte dallo studente tra seminari o altre attività offerte dalla propria università o da altre università convenzionate.

Accesso

Per accedere a un percorso di istruzione superiore in Spagna è necessario aver completato il ciclo di istruzione secondaria superiore ed aver conseguito il relativo titolo di studio (Título de Bachillerato). Inoltre, tutti gli studenti (inclusi gli studenti stranieri) devono superare un esame di ammissione per aver accesso ai corsi universitari (Prueba de Accesso a la Universidad).

Il metodo di studio

Il sistema di insegnamento prevede lezioni teoriche, seminari e attività pratiche.

A ogni insegnamento corrisponde un definito numero di crediti di formazione. Il credito si definisce come l’unità di misura del rendimento degli studenti e corrisponde a 10 ore di insegnamento.

Gli insegnamenti quadrimestrali hanno un peso pari a 4.5 crediti, quelli annuali invece pari a 9 crediti. Unica eccezione alcune materie troncales che per il loro carattere singolare e specifico hanno un peso pari a 2 o 3 crediti. Entro il 2010 è prevista l’applicazione del sistema Ects a tutti i corsi di studio delle università spagnole.

Alcune università in Spagna:


Elena Maddalena








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 7/8 luglio-agosto 2006 - Home Page