Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 3 MAGGIO-GIUGNO 2010

Sommario

EDITORIALE
Un capitale umano da valorizzare
la DIREZIONE

SERVIZI
Quanto costano i figli in Italia
PIERPAOLO DONATI

Un’analisi socio-demografica
GIAN CARLO BLANGIARDO

Preferire una soluzione sussidiaria
GIANFRANCO CEREA

Una scelta di valore e di continuità
LIA SANICOLA

La politica deve riportare la speranza
RENATA MADERNA

DOSSIER
Difficoltà economiche e progetto generativo
LORENZA REBUZZINI

RUBRICHE
SOCIETÀ
Non solo un costo in denaro
BEPPE DEL COLLE

RICERCA
Verso nuovi scenari sociali
ROSANGELA VEGETTI

RICERCA
L’amicizia in età prescolare
LUCIA ELIA

CONSULENZA
Ascolto e orientamento
ANNA MARIA CARUSO

POLITICHE
La ricetta del "familismo"
MARCO ALBERTINI

EDUCAZIONE
Apprendimento e tecnologia
CHIARA BELOTTI

MINORI
Famiglie e affido omoculturale
MARIA GALLELLI

BIOETICA
Lottare per una vita dignitosa
ALESSANDRA TURCHETTI

PASTORALE
Tra le pieghe dei riti familiari
FABIO NARCISI

COMUNICAZIONE
Confini del film di animazione
GIULIO TOSONE

NARRATIVA / RIVISTE

CISF / MONDO / SAGGISTICA

EDITORIALE

Un capitale umano da valorizzare

La Direzione
   

Di fronte all’evidenza che i figli costano, sono decisamente irrisori gli interventi di sostegno da parte della società. In tal modo la nascita del figlio genera un deciso peggioramento nelle condizioni di vita e di reddito della famiglia, solo marginalmente compensato da sostegni economici.
  

Le recenti tensioni generate dalla crisi finanziaria ed economica tuttora in corso hanno riportato una nuova attenzione agli aspetti economici della vita familiare, che generano forti tensioni, disagi, fragilità relazionali e rischio di povertà, oltre che grandi resistenze nel progettare la vita familiare e la scelta di generare un figlio: troppa incertezza sul futuro immediato, troppa precarietà per i giovani, troppo disinteresse, nel contesto sociale, nei confronti di chi accetta la sfida della generatività, di chi accetta il "rischio di avere un figlio". Non che i soldi siano la risorsa fondamentale della famiglia, nei pensieri delle giovani coppie del nostro Paese; sono ben consapevoli che per fare famiglia conta soprattutto la qualità della relazione, la possibilità di un progetto, la scelta della persona giusta... Ma certamente l’incertezza economica e i costi del "fare famiglia" contribuiscono non poco alla crescente diminuzione dei matrimoni e alla permanente ridotta natalità del nostro Paese.

Per questo il Rapporto Cisf 2009 affronta direttamente il tema con un’espressione provocatoria, "il costo dei figli", sottolineando in tal modo che la scelta di generare un figlio ha ovvie ripercussioni sul reddito disponibile della famiglia, ma anche evidenziando che i figli <<non sono un costo, ma un bene meritorio>>. Nei dati del Rapporto viene infatti ben documentato che, di fronte all’evidenza che i figli costano, sono decisamente irrisori gli interventi di sostegno da parte della società. In tal modo la nascita del figlio genera un deciso peggioramento nelle condizioni di vita e di reddito della famiglia, solo marginalmente compensato da sostegni economici (detrazioni, assegni familiari...) sempre meno consistenti e con sempre meno destinatari. Così, una famiglia con tre figli ha il doppio di probabilità di essere povera rispetto ad una famiglia con un solo figlio, e oltre il 40% delle famiglie con tre o più figli vive con redditi sotto la linea di povertà.

I figli sono, così, a carico pressoché esclusivo dei genitori e delle famiglie, mentre rimane molto scarso il sostegno pubblico per le nuove generazioni nonostante queste ultime siano la prima ed insostituibile risorsa di un Paese. Il nuovo capitale umano costituito dai più giovani va protetto e valorizzato con interventi che devono essere considerati investimenti, e non costi sociali o spese improduttive.

Si tratta di una vera e propria emergenza sociale, che in altre nazioni è stata affrontata tempestivamente e con lungimiranza; oggi la Francia spende il 2,5% del Pil per famiglia e minori, la Germania spende il 3,2%, mentre l’Italia presenta un misero 1,2%; quando, finalmente, vedremo il lancio di un nuovo Piano Marshall per la famiglia? Ne va del futuro delle nostre famiglie e del nostro Paese.

La direzione








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 


Famiglia Oggi n. 3 maggio/giugno 2010 - Home Page