Periodici San Paolo - Home page

SOMMARIO

      

   Famiglia Oggi n. 8-9 agosto/settembre 2000 - Home Page

NESSUNO VIVE SENZA AMICI
di Gregorio Piaia

L’amicizia è un tipico concetto ambivalente: molti filosofi hanno visto in essa quanto di meglio sia dato all’uomo e ne hanno sottolineato il legame con la virtù; alcuni l’hanno invece ridotta alla pura ricerca dell’utile e al rispecchiamento egoistico del proprio io nella persona dell’"altro". Ma quali sono, in realtà, le condizioni che rendono possibile un rapporto di amicizia "adulto", che non si esaurisca nelle convenienze sociali? L’autore invita a riflettere su due di tali condizioni: il senso della fraternità (inteso come totale accettazione dell’"altro") e la capacità di perdonare e dimenticare, senza per questo rinunciare a vedere e giudicare gli atti di chi ci è amico.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

UN TESORO CHE NON HA PREZZO
di Patrizio Scalabrini

Nella Bibbia l’amicizia è un bene sommamente apprezzato perché scorge in essa un’importantissima risorsa della vita, una qualità morale, una virtù che trascende le spontanee forme del sentire. Proprio in quanto virtù richiede fedeltà, costanza, dominio di sé e un delicato equilibrio tra apertura e riservatezza. Questo motiva le frequenti ammonizioni della Scrittura contro le contraffazioni dell’amicizia e contro tutto ciò che attenta alla sua autenticità. In quanto espressione alta dell’amore ha un’intrinseca natura simbolica che la rende atta a significare la qualità di prossimità e di comunione gioiosa e libera.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

UMANIZZARE LE RELAZIONI
di Duccio Demetrio

Il contributo ripercorre le difficoltà dell’esperienza amicale nella vita professionale. Dopo aver analizzato quanto accade nei contesti contrassegnati da alta competitività, da carrierismo e da "finta" amicalità, sulla scorta del pensiero di Clive S. Lewis, l’articolo si sofferma sulla gratuità e sul disinteresse in quanto tratti precipui dell’amicalità intesa in senso proprio. Dopo una breve rassegna sulla possibilità dell’amicizia in età adulta, vengono individuate situazioni di carattere formativo che possono indurre processi che siano in grado di migliorare le cordialità interpersonali superando divisioni e conflitti.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

SENTIRSI ACQUA NELL’ACQUA
di Rosangela Vegetti

Amiche dai banchi di scuola, dell’età adulta, di un lampo di tempo: i rapporti d’amicizia arricchiscono ogni donna che se ne fa protagonista. Per le donne l’amicizia, con donne e anche con uomini, è uno spazio vitale entro cui si muovono in maniera libera, creativa e gratuita, donando e ricevendo risorse essenziali, slanci di solidarietà e coraggio innovativo. Come sentirsi acqua nell’acqua. Un luogo oltre i legami familiari, che attraversa e coinvolge l’ambito professionale e salvaguarda la singolarità di ciascuna.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

NON RESTITUIRE LA CIOTOLA VUOTA
di Henri Olama Oyié

Partendo dalla concezione dell’amicizia nella cultura di origine dove i legami familiari e quelli comunitari prevalgono su ogni altra relazione, l’estensore del pezzo racconta i mutamenti cui si è sottoposto cambiando Paese. Arrivato in Italia, aveva la sensazione di rappresentare per gli interlocutori un individuo da assistere. Per lui la vera amicizia costituisce un ideale da raggiungere, e quella tra adulti nei luoghi interculturali è uno degli spazi privilegiati dove avviene un incontro paritario tra culture diverse.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

COME UNA "DOLCE RESPONSABILITÀ"
di Serio De Guidi

La fenomenologia consiste nel dare parola all’esperienza. L’amicizia tra adulti è una sequenza di esperienze, sorge dalla compresenza e suscita reciproca implicanza. Gli amici implicati o sono pari o lo diventano e nella parità esprimono reciproca benevolenza liberando dalle eventuali inautenticità. La liberazione diventa reciproca promozione.

   Famiglia Oggi n. 8-9 agosto/settembre 2000 - Home Page