Periodici San Paolo - Home page

Dossier - 4 -

Il galateo nell'era telematica

di Chiara Macconi e Paola Parma
  

   Famiglia Oggi n. 1 gennaio 1998 - Home Page

Il come "sarebbe bello" dei trasporti

Come sarebbe bello se... in aereo: durante le attese si mantenesse sempre la calma, non ci si precipitasse spintonando all’imbarco appena viene annunciato il proprio volo; tanto il proprio posto è già numerato e non è possibile perderlo; il bagaglio a mano fosse sempre piccolo e maneggevole onde non bloccare l’intera fila mentre si tenta di posizionarlo; i passeggeri fossero discreti arrecando il minor fastidio ai compagni di viaggio, senza muoversi continuamente, dando colpi allo schienale, senza togliersi le scarpe, senza occupare per tutto il viaggio il corridoio per parlare con l’amico nel reparto fumatori.

Come sarebbe bello se... in ascensore: non si parlasse a voce troppo alta o si bisbigliasse all’orecchio dell’amico confidenze, non si fumasse, si salutassero i presenti mentre si entra e si esce, si chiedesse la destinazione degli altri prima di premere il pulsante, si evitasse di dare le spalle alla persona che sta viaggiando con noi, si aspettasse il ritardatario che si sta precipitando verso l’ascensore.

Come sarebbe bello se... sui trasporti pubblici: si cedesse il posto alle persone anziane, agli invalidi, alle donne incinte e alle mamme con bambini in braccio, non si occupassero i posti a sedere con i propri bagagli, non si disturbassero gli altri passeggeri con il giornale aperto, soprattutto nei momenti di maggior affluenza o allungando le gambe; non si spingesse per salire o scendere.

Come sarebbe bello se... in automobile: non si infrangesse il Codice stradale, non si parcheggiasse in seconda e terza fila, anche se solo per un attimo; chi guidasse fosse prudente, concentrato e calmo, non si suonasse il clacson per un nonnulla, non si insultasse a parole o a gesti altri automobilisti, si aspettasse con una certa tranquillità ad un ingorgo; chi per errore tamponasse una macchina in assenza del suo proprietario, lasciasse un biglietto con il proprio nome, indirizzo, numero di telefono e l’ammissione del danno causato; chi siede di fianco al guidatore si trattenesse dal dare consigli o fare critiche su determinate manovre.

Come sarebbe bello se... in crociera: ci si attenesse alle disposizioni di sicurezza, si rispettassero gli orari e le direttive in caso di escursioni a terra, non si intralciasse il lavoro del personale addetto, non si disturbasse il godimento degli altri partecipanti; conoscendo il proprio mal di mare, si prendessero le pastiglie senza tediare tutti i passeggeri.

Come sarebbe bello se... in barca: ci si ricordasse che il bagaglio deve essere ridotto, visto lo spazio a disposizione, non si dimenticasse che l’abbigliamento deve essere sportivo e che le scarpe devono avere suole di gomma, si obbedisse agli ordini dell’equipaggio onde incappare in situazioni pericolose, si evitassero inutili esibizionismi.

Come sarebbe bello se... alla fermata del taxi: ognuno attendesse il proprio turno, non si gridasse a squarciagola o si sbracciasse in mezzo alla strada per chiamarlo, durante il percorso non ci si facesse la toilette o il trucco.

Come sarebbe bello se... per le scale: non si viaggiasse a una velocità pericolosa per se stessi e per gli altri, non ci si fermasse a fare conversazione ostruendo il passaggio, se sulle scale mobili si stesse tutti a destra, lasciando un passaggio a chi va di fretta.

  

Significato dei fiori

Immensa è la gamma di occasioni in cui ricorriamo ai fiori per ravvivare l’ambiente, per trasmettere dei messaggi o esprimere dei sentimenti. I fiori sono un regalo perfetto quasi sempre gradito. Chi regala dei fiori deve rispettare tre regole: non si regalano a dozzine, ma in numero dispari, il biglietto va sempre aggiunto, i fiori per tradizione hanno un significato, conoscendolo si possono evitare spiacevoli inconvenienti.

Ricordatevi che per una signora saranno ideali questi fiori: rose, gardenie, orchidee, tulipani e viole. Per una giovane donna saranno perfetti: lilla, violette, mughetti, margherite colorate, gerbere. Agli uomini generalmente non si regalano fiori se non con un intento provocatorio. Meglio le piante.

Quando si offrono dei fiori li si può consegnare personalmente se si è in confidenza con la padrona di casa, farli recapitare un po’ di tempo prima dell’evento o mandarli direttamente il giorno dopo per ringraziare ulteriormente della splendida serata passata.

La cosa più sgarbata che si può fare quando si ricevono dei fiori è di affidare il mazzo a un’altra persona. Chi riceve l’omaggio, anche se molto indaffarato, deve scartare i fiori, scegliere il vaso adeguato e posizionarli come si conviene. I vasi più bassi e panciuti sono indicati per i fiori semplici e dalla corolla piccola, mentre quelli più alti e capienti per fiori dal gambo lungo e mazzi rigogliosi. Anche la disposizione dei fiori all’interno del vaso non deve essere fatta a caso; è fondamentale tener presente la collocazione finale del vaso per la scelta della posizione dei singoli fiori nel vaso.

Se il vaso verrà disposto al centro del tavolo, i fiori più alti saranno disposti al centro del vaso, contornati da quelli più bassi.

Se invece il vaso deve essere accostato ad una parete, avendo quindi solo una visione frontale, è meglio disporre i fiori dal gambo più lungo nella parte posteriore con davanti quelli a gambo più corto.

Anemone perseveranza in amore Mimosa sicurezza
Azalea gioia dell’amore Miosotide non dimenticarmi
Biancospino speranza Mughetto felicità
Camelia fierezza Narciso desiderio
Campanula costanza Orchidea fervore
Ciclamino bellezza e gelosia Primula giovinezza
Edera fedeltà Pervinca primo amore
Fiordaliso delicatezza e fedeltà Peonia confusione
Gardenia simpatia Rosa bianca purezza
Gelsomino amore inebriante Rosa rosa gentilezza
Geranio amore e fedeltà Rosa rossa amore passionale
Gerbera eleganza e compassione Rosa gialla amore ardente, gelosia
Giacinto delicatezza Rosa variopinta capriccio
Giglio purezza Tulipano amore sincero
Garofano amore in pericolo Viola del pensiero penso solo a te
Iris tenerezza Violetta modestia
Lilla costanza e amicizia Zinnia state in guardia
Margherita fedeltà, fiducia, stima    


           

   Famiglia Oggi n. 1 gennaio 1998 - Home Page