Famiglia Oggi - Home Page

SOMMARIO

   

      

Famiglia Oggi n. 12 dicembre 1997 - Home Page

PROTAGONISTI OLTRE LA SOLITUDINE
di Emanuela Mora

Risulta scorretto considerare in maniera uniforme la condizione dei cittadini che hanno superato la soglia dei sessanta-settant’anni. La differenziazione interna a tale condizione è data da variabili che vanno dallo status sociale alla salute, dall’ubicazione della casa ai rapporti con la famiglia. Il tema della povertà relazionale degli anziani resta, comunque, attuale e vero, anche se si moltiplicano le reti di supporto informali e formali. L’insieme delle variabili indica come la politica sociale non possa essere progettata in modo generico, ma richieda una conoscenza del contesto sociale cui si applica.
    

CITTADINI A TUTTI GLI EFFETTI
di Francesco Santanera

Le analisi sul positivo e rilevante prolungamento della durata della vita devono tener conto anche del netto miglioramento dell’autonomia personale, familiare e sociale dei nuovi vecchi. Si comprende, pertanto, perché alla crescita del numero degli anziani si accompagni una riduzione dei soggetti ultrasessantacinquenni in tutto o in parte autosufficienti ricoverati in istituti di assistenza. Premesso che per tutti gli anziani, se si considerano persone e cittadini a pieno titolo, non bisogna prevedere strutture e servizi destinati esclusivamente a loro (salvo, evidentemente, le pensioni di vecchiaia), va ricordato che il problema più serio riguarda gli anziani colpiti da malattie croniche e da non autosufficienza.
    

TRIBOLAZIONI DI UNA SOCIETÀ NASCOSTA
di Franca Pansini

Quando si parla di anziani si considera con compatimento solamente la debolezza, la cattiva salute e la condizione di fragilità in cui essi si trovano. Vengono però dimenticati i loro famigliari. Essi si fanno carico, tra mille difficoltà e sacrifici, di procurare loro un’esistenza più umana, sostituiscono economicamente lo Stato e, come se non bastasse, si scontrano con gli imbrogli burocratici che rendono gravosa ogni richiesta presso gli enti dispensatori di servizi. La presenza in casa di un anziano non autosufficiente impone, inoltre, un radicale cambiamento dello stile di vita che pesa sulle generazioni più giovani.
    

A SERVIZIO DELLA PERSONA
di Cristiano Di Francia

A partire dagli anni ’70 si è sviluppata in Italia tutta una serie di servizi domiciliari di sostegno per le persone anziane e malate. Dall’assistenza sociosanitaria a quella integrata il cammino è stato in salita a causa del costante aumento degli utenti, del moltiplicarsi dei modelli assistenziali e del contenimento dei costi. Lo dimostrerebbero le ultime indagini realizzate nel nostro Paese.
    

UN PAESE DALLE POLITICHE POVERE
di Antonio Golini e Plautilla Calvani

L’Italia sta rapidamente invecchiando e le previsioni per il futuro lasciano intravedere un’intensificazione di questo fenomeno. Gli anziani si distribuiscono in modo disomogeneo sul territorio; si concentrano nella parte settentrionale del Paese, e in particolare nei centri delle grandi città e nei piccoli comuni di alta collina e di montagna. Inoltre, presentano caratteristiche socio-economiche che li rendono più vulnerabili rispetto al resto della popolazione: sono i meno istruiti, con più scarse risorse economiche, rappresentano oltre la metà delle persone che vivono sole, sono i più afflitti da malattie croniche e disabilità. Sapere quanti sono gli anziani e con chi vivono, è molto importante per poter impostare delle corrette politiche di programmazione in ambito sociale, economico e sanitario.
    

LA CAPACITÀ DI AMARE DURA UNA VITA
di Teresa Suardi

Con l’invecchiamento, secondo stereotipi e luoghi comuni, molte capacità restano solo un ricordo e tra queste spicca la sessualità. Nulla di più erroneo: accanto a modificazioni e perdite del corpo esistono costantemente dei compensi atti a modificare certamente la funzione, ma non a renderla impossibile e tanto meno inefficace. I compensi che la gerontologia continua a rivelare sono quelli che supportano un soddisfacente invecchiamento, che non condividono le continue e reiterate negazioni e divieti della medicina, ma che forniscono strategie per migliorare la salute e la qualità della vita, soprattutto quando si parla di sessualità.
         

Famiglia Oggi - Home Page
Periodici San Paolo - Home page
Famiglia Oggi n. 12 dicembre 1997 - Home Page