Periodici San Paolo - Home page

SOMMARIO

      

   Famiglia Oggi n. 4 aprile 2001 - Home Page

LA FAMIGLIA, LUOGO DI PASSIONI
di Gregorio Piaia

La famiglia è il luogo in cui le passioni (ossia la sfera emotivo-affettiva) hanno modo primariamente di manifestarsi, con risultati positivi (ai quali si fa poco caso, perché ci sembrano naturali) e negativi (ben evidenziati, invece, dai mass-media). Questa centralità del nesso passioni-famiglia, che si coglie già nei miti dell’antica Grecia e nel racconto della Genesi, va riconosciuta anche nella nostra società: solo un rapporto stabile e dialettico con l’altro da noi (all’insegna dell’accettazione e della comprensione, ma anche del confronto e dell’autocorrezione) può infatti garantire uno sviluppo equilibrato di quell’altro in noi che sono le tensioni emotive e affettive.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

PADRONEGGIARE LE PAROLE DEL CUORE
di Giuseppe Mininni

Le persone danno voce ai loro sentimenti ora urlando, ora sussurrando manifestando così la ricchezza e la miseria dell’esistenza. Mediante il linguaggio del cuore avviene quella complicatissima traduzione della natura in cultura, che fissa l’unicità della specie umana e l’individualità di ogni persona. Il linguaggio del cuore è un incrocio senza semaforo tra le istanze neurologiche e gli assetti culturali, tra le inclinazioni individuali e le pressioni sociali. In alcuni momenti le precedenze sono rapidamente negoziate sicché tutto scorre; in altri si registrano ingorghi inestricabili così da produrre dei blocchi. La famiglia può agire da lampeggiante: se viene vissuta come area degli affetti protetti, può dare luce e ritmo per entrare nel linguaggio cifrato che dà senso alla vita.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

TRA RABBIA E FURORE: PROVA D’AMARE
di Mariateresa Zattoni e Gilberto Gillini

Sono molti gli equivoci sull’educare alle emozioni: lasciarle crescere perché spontanee o incanalarle? Il campo è davvero minato. Fin dove arriva il potere dell’adulto sulle emozioni del bambino? L’avanzante analfabetismo emotivo delle nuove generazioni potrebbe essere provocato dall’incapacità degli adulti di prendere contatto con il proprio mondo interno oppure essere una risposta più o meno funzionale all’invasività stessa dei genitori che vogliono sapere tutto sul figlio. Educare all’espressione delle emozioni comporta l’imparare quell’alfabeto del bambino che è radicato nella sua irriducibile "diversità".

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

ENTRARE IN CONTATTO CON IL MONDO
di Eugenio Borgna

La condizione umana, svuotata delle emozioni, si fa prigioniera di una ragione arida e disanimata. Bisognerebbe cogliere il significato delle passioni, specialmente nella vita degli adolescenti. Le passioni (emozioni radicalizzate e intensificate) sono molteplici nelle loro connotazioni tematiche, ma l’elemento comune a ciascuna di esse è il fatto che, nel bene e nel male, esse ci portano fuori dai confini del nostro io per metterci in contatto con il mondo.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

PENSARSI GENITORI
di Laura Formenti

Le emozioni non sono forse ciò che tutti crediamo che siano? Sfidare alcuni pregiudizi culturali può essere una buona partenza per andare oltre ciò che si dà per scontato, e per riflettere sull’esperienza; la famiglia diventa così un luogo generativo, un laboratorio emozionale e relazionale dove si impara a conoscersi e a prendersi cura di sé. Il compito formativo dei genitori è evidente: da loro i figli imparano a integrare emozioni e pensiero attraverso l’esercizio della riflessione, dell’osservazione, del dialogo e della memoria. Pensarsi genitori è dunque un processo cognitivo ed emotivo insieme.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

ISTRUZIONI PER L’USO CERCANSI
di Vittorio Filippi

Le passioni amorose hanno cominciato a intersecare l’istituzione familiare dalla rivoluzione romantica. Negli anni Sessanta, poi, è avvenuta la seconda tappa dell’evoluzione storica dell’amore, quando lo scopo del matrimonio era un diritto alla felicità. Oggi, le passioni appaiono inscindibilmente connesse alle relazioni di coppia, si pone il problema della loro gestione, anche per evitare che, in nome della felicità che promettono, si svuoti di senso ogni rapporto di coppia che vuol farsi impegnato e duraturo.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

PER DANZARE IL GIOCO DELLA VITA
di Emilia Costa

Nella società di oggi, anche lo sport viene commercializzato per garantire successi e guadagni. È dunque diventato indispensabile riflettere sulla sua origine per rivalutarne i valori. Lo sport nasce da un’innata ritmicità, dal bisogno di movimento, di informazione e conoscenza. La pratica sportiva favorisce il benessere psicofisico, il rilassamento, l’equilibrio e la distensione. Ma anche la concentrazione.

   Famiglia Oggi n. 4 aprile 2001 - Home Page