Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 11 NOVEMBRE 2001

Sommario

EDITORIALE
Optare per il coraggio delle cure
La DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte)
La diffusione dei disturbi mentali

di GIOVANNI DE GIROLAMO e MICHELE TANSELLA

apep00010.gif (1261 byte) Sostenere le famiglie è necessario
di MASSIMO CLERICI e PAOLO BERTRANDO

apep00010.gif (1261 byte) Diffondere un sapere del bisogno
di EMANUELA BITTATI

apep00010.gif (1261 byte) Mettersi nei panni dei genitori
di
MATTEO SELVINI

apep00010.gif (1261 byte) Il paziente cosidetto "grave"
di ARISTIDE TRONCONI

apep00010.gif (1261 byte) Contro lo stigma e la vergogna
di
ERNESTO MUGGIA

DOSSIER
Lo squarcio dell'anima
di GIORGIO CONCONI

RUBRICHE
INCONTRI
Il trionfo di chi non è bello
di ROBERTO CARNERO

SOCIETÀ & FAMIGLIA
Mai più manicomi
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
La rappresentazione del disagio mentale
di EZIO ALBERIONE

MATERIALI & APPUNTI
Letture utili per approfondire
di
PAOLO BERTRANDO e MASSIMO CLERICI (a cura di)
Identità e varietà dell'essere famiglia
di
FRANCESCO BELLETTI

CONSULENZA GENITORIALE
Curare con il farmaco della relazione
di MAURIZIO ANDOLFI

POLITICHE FAMILIARI
Regolamentare meglio il trattamento
di FRANCESCO BELLETTI

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Gli uomini in sala parto
a cura del CISF

LIBRI E RIVISTE

 

EDITORIALE

Optare per il coraggio delle cure

La Direzione
   

Anche la minima violazione dei diritti dovrebbe essere bandita dagli ospedali psichiatrici per fare posto a una nuova assistenza e nuove politiche sanitarie.

I disturbi mentali costituiscono un problema di sanità pubblica. Secondo il Rapporto 2001 sulla salute mentale nel mondo, diffuso a ottobre dall’Oms, sarebbero circa 450 milioni le persone che ne soffrono, ma solamente un terzo chiede aiuto a causa del pregiudizio, dello stigma e dell’emarginazione sociale che discrimina questi malati e le loro famiglie.

Le ripercussioni che un disturbo mentale può avere sulla vita di una persona sono estremamente variabili. Esse vanno da un impatto trascurabile sul funzionamento della vita quotidiana (nel caso di fobie o depressioni lievi) sino a conseguenze molto gravi e tali da condizionare profondamente le realizzazioni in campo familiare, lavorativo, sociale (nei casi di schizofrenia, disturbo bipolare, depressioni gravi, anoressia).

Per documentare la situazione e aiutare gli operatori a discutere i risvolti dolorosi che il disturbo mentale provoca in molte famiglie, la rivista ha convocato al tavolo di lavoro psichiatri, psicologi, rappresentanti di familiari, ricercatori di molteplici orientamenti scientifici.

Il nostro non vuole essere un discorso pietistico, ignorando del tutto o in parte i problemi che la presenza di persone psichicamente disturbate possono creare nella società. Ma non vogliamo nemmeno tacere sulle prese di posizioni di alcune forze politiche che mettono in discussione una presunta riforma della legge che tante speranze ha suscitato.

Vorremmo che molti, operatori sanitari, politici, volontari, familiari, optassero – come ben recita il sottotitolo di un noto volumetto – "contro il pregiudizio, il coraggio delle cure". Oggi più di ieri esistono i mezzi per trattare molti disturbi. Sono aumentate le conoscenze scientifiche e dunque anche le possibilità di terapie risolutive. Tuttavia, i Governi sono stati spesso negligenti, la gente ha discriminato fino a ledere i diritti dei malati, i servizi sono stati inadeguati.

È venuto il momento di affrontare il problema e promuovere politiche nuove perché venga presto il giorno in cui una buona salute sia garantita a tutti.

LA DIREZIONE

 








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 10 ottobre 2001 - Home Page