Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 12 DICEMBRE
2002

Sommario

EDITORIALE
Dare prospettive per un futuro migliore
La DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Puntelli stranieri alle famiglie italiane
di MAURIZIO AMBROSINI

apep00010.gif (1261 byte) Garantire sempre gli affetti
di ALESSANDRO CASTEGNARO

apep00010.gif (1261 byte) L’orizzonte etico della cura
di FLAVIO BATTISTON

apep00010.gif (1261 byte) Aiutanti domiciliari cercasi
di
LIVIO CORAZZA

apep00010.gif (1261 byte) In attesa di miglioramenti
di CARLA PANIZZI

apep00010.gif (1261 byte) Le strade della servitù di passaggio
di ANGELA CAPELLI

apep00010.gif (1261 byte) Donne invisibili nella case lombarde
ROSANGELA VEGETTI

DOSSIER
Visite a domicilio
di GIORGIO CONCONI

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
L’Italia è una terra promessa
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Minoranze in Tv: criminali o disperati?
A CURA DEL CENSIS
Un bambino cresciuto in fretta
di ORSOLA VETRI

MATERIALI & APPUNTI
Amati e curati come persone
di MARCO DE CASSAN e SERENA GAIANI
Volgere in avanti lo sguardo
di MANUELA FOGLIAZZA
Sulle ali di un sogno
di PIETRO MANCA

CONSULENZA GENITORIALE
Anche i vecchi sanno giocare
di SERENA GAIANI

POLITICHE FAMILIARI
Custode solitaria dei suoi figli
di PAOLA DI NICOLA

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Evitare in tribunale un secondo trauma
di ORSOLA VETRI

LIBRI E RIVISTE

 

EDITORIALE

Dare prospettive per un futuro migliore

La Direzione
   

Puntare al meglio, senza fermarsi ai traguardi raggiunti, è anzitutto compito del legislatore ma anche delle lavoratrici straniere e delle famiglie che le ospitano.

La regolarizzazione delle donne straniere che lavorano presso le nostre famiglie con anziani non autosufficienti, è stato uno dei traguardi, forse nemmeno il più importante, che ha dato visibilità a un fenomeno vasto che passava sotto silenzio. Ma adesso, dopo lo sforzo legato all’emersione del lavoro nero, è necessario compiere altri passi che garantiscano alle assistenti domiciliari tutti i loro diritti e contemporaneamente, assicurino agli assistiti il rispetto della loro dignità di persone che va salvaguardato anche quando i vecchi non sono più in grado di capire.

Le cosiddette "badanti" – si distinguono dalle colf che svolgono lavori domestici generici – attualmente provengono in larga parte dai Paesi dell’Est europeo. La loro massiccia presenza si caratterizza per soggiorni brevi con lo scopo di guadagnare soldi in fretta, accettando un non facile compito anche se svolto, nella maggioranza dei casi, con diligenza. Ricevendo vitto e alloggio, non percepiscono una paga molto alta ma sempre ben più elevata di quella che percepirebbero nei loro Paesi di origine anche se fossero abilitate all’insegnamento. Accettano a volte soprusi e ricatti, vivono lontane dal marito e dai figli nella speranza di potervisi ricongiungere al più presto, dopo aver fatto fronte a quelle necessità economiche che le ha spinte verso orizzonti migliori.

Che prospettive vengono offerte a queste lavoratrici? Che formazione professionale dovrebbe essere loro impartita per renderle efficienti e all’altezza dell’impegno che viene loro richiesto? Le famiglie italiane che ricorrono a questo servizio per non allontanare da casa il genitore malato possono contare su buoni di accompagnamento, detrazioni fiscali, agevolazioni-premio?

Anche se il nostro Paese è ancora lontano dall’aver affrontato con competenza il fenomeno in tutta la sua complessità, non rinunciamo a fornire una panoramica dei problemi e delle risorse dando la parola agli esperti, ai medici di famiglia, alle aiutanti domiciliari stesse, agli operatori dei centri di ascolto. È risaputo, del resto, che un’informazione puntuale costituisce l’inizio di un percorso da compiere per prospettare successivamente più avvedute soluzioni.

LA DIREZIONE








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 12 dicembre 2002 - Home Page