Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 1 GENNAIO 2004

Sommario

EDITORIALE
A piccole dosi non è un danno
di DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Lo stress tra persona e ambiente
di MASSIMO SANTINELLO

apep00010.gif (1261 byte) Più pillole meno pensieri
di NIELS PETER NIELSEN

apep00010.gif (1261 byte) Far fronte alle illusioni moderne
di GIOACCHINO LAVANCO e TERRI MANNARINI

apep00010.gif (1261 byte) Dare qualità alla vita lavorativa
di GUIDO SARCHIELLI

apep00010.gif (1261 byte) Alcuni rimedi antistress
di ARISTIDE TRONCONI

apep00010.gif (1261 byte) Contrastare ciò che "invade" le case
di GIULIA PAOLA DI NICOLA

apep00010.gif (1261 byte) I media come risorsa per crescere
di LORENZA DALLAGO

DOSSIER
Prevenzione e cura del "burnout"
di ALFREDO BODEO

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
Quando i cellulari non c’erano
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Fiabe e filastrocche per diventare grandi
di SERENA GAIANI
Prima delle nozze
di HARMA KEEN

MATERIALI & APPUNTI
Un attuale alfabeto dell’etica
di FLAVIO BATTISTON
Far emergere la violenza domestica
di MARIA TERESA PEDROCCO BIANCARDI

CONSULENZA GENITORIALE
Il rischio dell’amplificazione
di M. TERESA PEDROCCO BIANCARDI

POLITICHE FAMILIARI
Un villaggio per genitori e figli
PIETRO BOFFI (a cura di)

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Essere bambini in Afghanistan
di ORSOLA VETRI

LIBRI & RIVISTE

SOMMARIO
   

LO STRESS TRA PERSONA E AMBIENTE
di Massimo Santinello

Dagli studi pionieristici di Selye il concetto di stress è diventato scientificamente più complesso ed elaborato, ma anche un vocabolo d’uso quotidiano. Definisce una reazione che l’organismo mette in atto quando viene percepito uno sbilanciamento tra le richieste dell’ambiente e le risorse di cui si dispone. Fin dalle origini del costrutto, nato in ambito biomedico, è subito parso chiaro che un ruolo preponderante nello spiegare le conseguenze negative dello stress dovesse essere attribuito a fattori di mediazione di tipo cognitivo, a caratteristiche individuali di personalità, reti sociali e caratteristiche situazionali. Il concetto di stress è tuttora utilizzato in molti ambiti disciplinari.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

PIÙ PILLOLE MENO PENSIERI
di Niels Peter Nielsen

Il termine stress ha nel tempo perso le prerogative di reazione dell’organismo atta a innescare manifestazioni di adattamento e, nella comune accezione non specialistica, ha assunto un significato di generico malessere sociale. Secondo l’autore il ricorso coatto al farmaco, in caso di stress, viene collegato alla ricerca di un medicamento atto a offuscare le dinamiche interne e colludere con la speranza di affidare le proprie difficoltà esistenziali a una futura "pillola universale" in grado di sostituirsi al pensiero riflessivo. Fra il troppo vuoto dell’esaurimento nervoso e il troppo pieno dello stress vengono accennate alcune tracce comuni delle due popolari metafore che portano il lettore a chiedersi se l’uso improprio della metafora dello stress non sia impiegato anche come difesa contro l’angoscia di morte.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

FAR FRONTE ALLE ILLUSIONI MODERNE
di Gioacchino Lavanco e Terri Mannarini

Oggi dobbiamo fare i conti con forme di stress che sembrano essere riconducibili allo stesso processo di evoluzione delle società occidentali. In questo ambito vanno inserite situazioni che discendono dai processi stessi di aggregazione e disaggregazione delle società moderne: globalizzazione della paura, sentimento di insicurezza, stress urbani, stress tecnologici, stress da divertimento. I principali stressori ambientali nel rumore, l’affollamento, le variazioni di temperatura (con caldo o freddo eccessivi), il traffico.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

DARE QUALITÀ ALLA VITA LAVORATIVA
di Guido Sarchielli

Studiare e affrontare i possibili esiti di situazioni stressanti implica monitorare le caratteristiche principali della relazione tra la persona e il suo contesto di lavoro mettendo in risalto ciò che ostacola la qualità dell’esperienza lavorativa. I dati disponibili confermano il tendenziale peggioramento delle caratteristiche della vita lavorativa e il concomitante aumento dei pericoli di stress percepiti dai lavoratori. È per tale ragione che anche a livello europeo si lavora per migliorare le modalità di diagnosi dei rischi presenti sul lavoro e per potenziare linee di intervento interdisciplinare.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

ALCUNI RIMEDI ANTISTRESS
di Aristide Tronconi

La parola stress, sembra avere solo un connotato negativo, ma per crescere, apprendere, socializzare, occorre un certo grado di tensione e sforzo. La vita contemporanea sottopone la persona a una pressione a volte molto elevata, che minaccia l’equilibrio psicofisico. Per questo si ricorre ai rimedi più disparati e non all’unico veramente efficace: cambiare alcune situazioni che rendono intollerabile il proprio ritmo di vita.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

CONTRASTARE CIÒ CHE "INVADE" LE CASE
di Giulia Paola Di Nicola

I sistemi della netsociety sembrano andare incontro al problema dei tempi di vita familiare, ma non è sempre così: i possibili inceppamenti dissipano in un attimo il vantaggio acquisito e il tempo risparmiato. Le potenzialità sono innumerevoli, ma prima o poi ci si accorge che i tempi accorciati si sono in realtà moltiplicati. Ritmi di vita tradizionalmente lenti cedono all’invasione dei computer contribuendo alla decomposizione del nucleo familiare, con la frammentazione materiale e culturale, la dipendenza dai provider, dal funzionamento dei mezzi tecnologici, dai poteri più o meno occulti.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

I MEDIA COME RISORSA PER CRESCERE
di Lorenza Dallago

Lo stress è presente anche nell’adolescenza quando gli stressor, legati a eventi esterni e ai cambiamenti dell’età, rendono difficoltoso il reagire a problemi forti e frequenti. Pure i media, se non usati con il dovuto buon senso, possono divenire una fonte di stress. Per evitare che questi strumenti tecnologici aumentino le difficoltà è necessario che gli educatori, formali e informali, aiutino i giovani a sfruttarli come un’opportuna risorsa.








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 1 gennaio 2004 - Home Page