Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 1 GENNAIO 2004

Sommario

EDITORIALE
A piccole dosi non è un danno
di DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Lo stress tra persona e ambiente
di MASSIMO SANTINELLO

apep00010.gif (1261 byte) Più pillole meno pensieri
di NIELS PETER NIELSEN

apep00010.gif (1261 byte) Far fronte alle illusioni moderne
di GIOACCHINO LAVANCO e TERRI MANNARINI

apep00010.gif (1261 byte) Dare qualità alla vita lavorativa
di GUIDO SARCHIELLI

apep00010.gif (1261 byte) Alcuni rimedi antistress
di ARISTIDE TRONCONI

apep00010.gif (1261 byte) Contrastare ciò che "invade" le case
di GIULIA PAOLA DI NICOLA

apep00010.gif (1261 byte) I media come risorsa per crescere
di LORENZA DALLAGO

DOSSIER
Prevenzione e cura del "burnout"
di ALFREDO BODEO

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
Quando i cellulari non c’erano
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Fiabe e filastrocche per diventare grandi
di SERENA GAIANI
Prima delle nozze
di HARMA KEEN

MATERIALI & APPUNTI
Un attuale alfabeto dell’etica
di FLAVIO BATTISTON
Far emergere la violenza domestica
di MARIA TERESA PEDROCCO BIANCARDI

CONSULENZA GENITORIALE
Il rischio dell’amplificazione
di M. TERESA PEDROCCO BIANCARDI

POLITICHE FAMILIARI
Un villaggio per genitori e figli
PIETRO BOFFI (a cura di)

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Essere bambini in Afghanistan
di ORSOLA VETRI

LIBRI & RIVISTE

 

EDITORIALE

A piccole dosi non è un danno

La Direzione
   

L’entrata nell’uso comune della parola stress esige opportuni chiarimenti per evitare di impoverirla del suo vero significato o attribuirle solo dati negativi.

Il termine stress è entrato a pieno titolo nel nostro vocabolario comune, ma c’è il rischio di svuotarlo del suo vero significato e quindi di impoverirlo.

Acquisito negli anni ’40 dalle scienze mediche e psicologiche, esso indica lo stato di tensione o di resistenza di una persona che si oppone a forze esterne che agiscono su di essa.

La vita moderna è costellata da situazioni stressanti. Basti pensare agli agglomerati urbani con limitati spazi di verde, al rumore spesso assordante, all’affollamento nei locali del divertimento, al traffico urbano, alle comunicazioni virtuali se usate con superficialità. Tuttavia lo stress non andrebbe immediatamente catalogato fra gli eventi negativi della vita umana. A piccole dosi – meglio a dosi proporzionate –, infatti rappresenta un bene perché costringe le persone a non "subire" ciò che avviene al di fuori di loro.

Certo, il malessere diffuso soprattutto in ambiente lavorativo non va sottovalutato. Esiste anche un documento europeo che mette in guardia dai rischi presenti sul lavoro. Nemmeno vanno ignorati i contesti familiari nei quali si creano disagi sia all’interno della coppia coniugale che fra genitori e figli. La questione è delicata ma non va taciuta, anzi va affrontata perché la soluzione dei problemi non avviene attraverso pillole farmacologiche, bensì sciogliendo i nodi emozionali che si sono creati.

Se è vero che un’esistenza priva di stress non sarebbe stimolante, è però altrettanto vero che non riuscire a dominare l’ambiente lasciandosi sopraffare da esso non garantisce le giuste condizioni per vivere un’elevata qualità della vita. Sarebbe quindi auspicabile mantenere un buon equilibrio fra tensione e risposta, tendendo al meglio senza andare oltre il limite delle umane possibilità. Infatti, la situazione stressante è un banco di prova per l’individuo che si misura non solo con una causa stressante, piccola o grande che sia, ma come lui la vive, la percepisce e vi fa fronte.

Per ridurre al minimo le conseguenze sui vissuti è importante riconoscere il sostegno sociale che un soggetto può ottenere tenendosi in contatto con parenti, vicini, amici. Tale sostegno produce i suoi effetti positivi sul benessere psicofisico delle persone. E se si può concordare con chi ritiene che lo stress sia inevitabile, bisogna tuttavia imparare a gestirlo per contrastare i disagi esistenziali che produce se non viene affrontato con ottimismo e con la dovuta prevenzione.

La direzione








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 1 gennaio 2004 - Home Page