Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 5 MAGGIO 2004

Sommario

EDITORIALE
Rubare anni belli alla vita
di DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Il cancro in Italia e in Europa
di CARLO LA VECCHIA

apep00010.gif (1261 byte) Tumori e genetica
di NADIA CROTTI e ELENA DUGLIO

apep00010.gif (1261 byte) Interruzione del "continuum" vitale
di STEFANO GASTALDI

apep00010.gif (1261 byte) Come dare la notizia ai figli
di NADIA CROTTI e SERENA ROMA

apep00010.gif (1261 byte) Psicoterapia di gruppo in oncologia
di ANNA COSTANTINI e LUIGI GRASSI

apep00010.gif (1261 byte) Costruire una guida sui bisogni
di GIORGIO DI MOLA

DOSSIER
Tutelare la dignità dei deboli
di PAOLA VARESE

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
Quando tutto si ferma all’improvviso
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
I media in famiglia: un rischio, una ricchezza
di GIOVANNI PAOLO II
Invidia e gelosia tra sorelle
di ORSOLA VETRI

MATERIALI & APPUNTI
Se la favola non è come vorremmo
di MANUELA MANCINI
Coniugare cultura e turismo
di SERENA GAIANI
Sentimenti da comprendere
di LUISA PEROTTI

CONSULENZA GENITORIALE
Non nascondere la realtà ai figli
di MARIA TERESA BIANCARDI

POLITICHE FAMILIARI
Non più interdizione
di GIOVANNI GELMUZZI

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Dai cartoni una mamma esemplare
di ORSOLA VETRI

LIBRI & RIVISTE

SOMMARIO
   

IL CANCRO IN ITALIA E IN EUROPA
di Carlo La Vecchia

Grazie alla prevenzione, il tasso di mortalità per tumore in Italia e Europa è diminuito in media del 10% negli ultimi 15 anni. Solo nell’anno 2000 sono state evitate oltre 90.000 morti per tumore, di cui 15.000 in Italia. Questa tendenza continuerà, permettendo una diminuzione di circa il 12% ogni anno del numero di decessi per cancro dal 2000 al 2015. Oggi le nostre conoscenze su quasi tutte le forme tumorali sono migliorate e, alle raccomandazioni da sempre più importanti (in primo luogo non fumare), se ne possono aggiungere di nuove (evitare l’obesità e la vita sedentaria, aderire ai programmi di screening, prevenire con vaccinazioni alcuni tumori, come quello del fegato, causati da infezioni).

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

TUMORI E GENETICA
di Nadia Crotti e Elena Duglio

La consulenza genetica in oncologia sta assumendo un ruolo sempre più importante nel panorama delle offerte di indagine diagnostica per le patologie oncologiche. Con il presente articolo si intende chiarire quali siano i principi secondo cui è nata e le finalità della consulenza, con particolare attenzione alle problematiche psicologiche che possono derivare da un percorso impegnativo sia in termini di tempo che di risorse emotive che coinvolgono il paziente e tutta la sua famiglia.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

INTERRUZIONE DEL "CONTINUUM" VITALE
di Stefano Gastaldi

In questo articolo si esplorano brevemente alcuni tratti del significato traumatico dell’esperienza del cancro. Il trauma riguarda non solo le persone ammalate, ma anche tutta la realtà, relazionale e sociale, che sta loro intorno. Esso comporta effetti profondi: ridefinizione delle prospettive della vita, bilanci evolutivi, sensi di colpa, di angoscia e di impotenza. Chi cura il cancro non può sempre sfuggire a queste emozioni e il problema sociale che questa malattia ci pone è anche quello di sviluppare strumenti ampi e complessi che aiutino tutti gli attori di questa vicenda a tollerare il dolore e lo smarrimento, a non sentirsi impotenti e a reagire in modo vitale.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

COME DARE LA NOTIZIA AI FIGLI
di Nadia Crotti e Serena Roma

L’articolo illustra le modalità di comunicazione della malattia all’interno del sistema familiare, ponendo molta attenzione ai bambini. L’atteggiamento comune del genitore malato di cancro è quello di non darne notizia ai minori per evitare che essi possano soffrire o per la convinzione che non possano comprendere la situazione. Queste motivazioni sono comprensibili ma spostano solo temporalmente il problema, spesso creando danni gravi e irreversibili. Abbiamo voluto presentare diversi tipi di interventi mirati a favorire la condivisione e la comunicazione verbale e non-verbale all’interno del sistema familiare: un caso clinico e due racconti guidati, finalizzati alla facilitazione della comunicazione con i bambini che hanno un familiare malato di cancro.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

PSICOTERAPIA DI GRUPPO IN ONCOLOGIA
di Anna Costantini e Luigi Grassi

La letteratura sulle applicazioni cliniche della psicoterapia di gruppo in oncologia si è ampliata negli ultimi quindici anni. Gli autori ne sottolineano i criteri che delimitano e definiscono il campo e ne delineano le caratteristiche specifiche. Lo stato dell’arte relativo a questo argomento viene sinteticamente proposto sulla base di un complesso lavoro effettuato da un gruppo internazionale di studio dell’American Group Psychotherapy Association. Grande attenzione viene data alla descrizione dei temi prevalenti che emergono nelle sedute, alla formazione necessaria per condurre i gruppi e al loro possibile sviluppo nelle Asl.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

COSTRUIRE UNA GUIDA SUI BISOGNI
di Giorgio Di Mola

I familiari di malati affetti da gravi patologie, come il cancro, denunciano spesso le difficoltà che hanno incontrato durante la malattia del loro congiunto. Abbiamo raccolto le varie necessità, sulla base delle numerose testimonianze di persone che hanno vissuto vicende sanitarie, nelle quali si sono trovate in labirinti complicati e difficili, anche quando hanno potuto usufruire delle necessarie risorse economiche e di efficienti interventi di assistenza. Queste esigenze hanno portato a progettare una struttura e un gruppo di guida e supporto per i familiari, con un servizio di informazione sulle patologie più gravi e sulle possibilità di intervento e di cura.








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 5 maggio 2004 - Home Page