Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 8/9 AGOSTO-SETTEMBRE 2004

Sommario

EDITORIALE
Trovare la forma divertente delle cose
di DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Salvaguardare la capacità di sorridere
di GIUSEPPE MININNI

apep00010.gif (1261 byte) L’arte di ridere si apprende in famiglia?
di DONATA FRANCESCATO

apep00010.gif (1261 byte) L’umorismo come autentica risorsa
di PATRIZIA QUERINI e FRANCO LUBRANI

apep00010.gif (1261 byte) Sbarcati su un altro pianeta
di SONIA FIORAVANTI e LEONARDO SPINA

apep00010.gif (1261 byte) Un prodotto con data di scadenza
di ENRICO BERTOLINO

apep00010.gif (1261 byte) Il bagliore che illumina l’evidenza
di MONI OVADIA

DOSSIER
Guarire con il buon umore
di LEONARDO SPINA e SONIA FIORAVANTI

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
La felicità dipende da tante cose
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
La lucida ironia di grandi scrittori
di LODOVICA CIMA
Belle, ricche e disperate
di ORSOLA VETRI

MATERIALI & APPUNTI
Decalogo della comicità creativa
di SERGIO MANFIO
Sempre in avanti, ma a piccoli passi
di FRANCA PANSINI

CONSULENZA GENITORIALE
Il valore di un sano ottimismo
di PAOLA DAL TOSO

POLITICHE FAMILIARI
Per garantire processi sinergici
di GIANPIETRO CAVAZZA e GIOVANNI BURSI

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Osservatorio europeo sulle adozioni
di ORSOLA VETRI

LIBRI & RIVISTE

SOMMARIO
   

SALVAGUARDARE LA CAPACITÀ DI SORRIDERE
di Giuseppe Mininni

L’espressione delle emozioni consente alle persone di segnalare la condizione di benessere o di malessere in cui si trovano e questi significati di volta in volta vissuti costituiscono i principali ancoraggi per le relazioni sociali. La generale dipendenza delle persone dai mass media produce più di un attacco alla loro capacità di intelligenza emotiva, per cui anche su questo fronte è opportuno attivare piani di resistenza e di reciproco sostegno. Salvaguardare la capacità di sorridere è un utile esercizio teso a favorire il successo di quelle molteplici interazioni comunicative cui le persone ancorano anche il loro benessere soggettivo. Ma l’espressione della gioia è una risorsa necessaria all’integrità personale soprattutto quando irradia un’esperienza interiore di armonia che dal Sé si riverbera sugli altri.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

L’ARTE DI RIDERE SI APPRENDE IN FAMIGLIA?
di Donata Francescato

Alla domanda insita nel titolo di questo articolo le ricerche non danno risposte definitive. La questione resta pertanto aperta. Ma un rilievo va fatto: tra gli intervistati coloro che ridono facilmente hanno avuto padri e madri che apprezzavano l’umorismo. Dunque, potrebbero aver acquisito la propensione al riso tanto per apprendimento quanto per via ereditaria. Secondo l’autrice occorrono altre accurate indagini per chiarire quali aspetti siano genetici e quali apprendibili. Nelle famiglie oggi sono soprattutto i più giovani a valorizzare l’umorismo.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

L’UMORISMO COME AUTENTICA RISORSA
di Patrizia Querini e Franco Lubrani

Gli autori, prendendo spunto dalla definizione dei termini "ironia" e "umorismo", ne analizzano le caratteristiche, soprattutto per quanto concerne il loro utilizzo nell’ambito della comunicazione quotidiana, riportando alcuni contenuti significativi espressi da Luigi Pirandello. Mettono in risalto come la capacità di lettura in chiave umoristica della propria realtà esperienziale rappresenti un’autentica risorsa per il contenimento dell’ansia e dell’aggressività. Riprendono alcuni fondamentali concetti elaborati da Sigmund Freud e da Ernst Kris, sottolineando come il processo creativo rappresenti l’elemento costitutivo della creazione artistica e del processo umoristico.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

SBARCATI SU UN ALTRO PIANETA
di Sonia Fioravanti e Leonardo Spina

La sofferenza è indubbiamente una parte integrante dell’esistenza ma dobbiamo attivare anche altre risorse, senso dell’humour compreso, per affrontarla con l’energia necessaria alla sua valorizzazione. Una delle possibili vie da percorrere è quella delle emozioni positive perché esse aiutano a guarire. Anche una sonora risata può essere più efficace del solito farmaco, somministrato spesso senza un preciso scopo. Corpo, mente, linguaggio, emozioni costituiscono un unicum verso cui orientare energie positive.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

UN PRODOTTO CON DATA DI SCADENZA
di Enrico Bertolino

Anche chi fa ridere per professione ha difficoltà a inquadrare il proprio mestiere. Da un excursus sul meglio della comicità nel nostro Paese emergono i cambiamenti di stile e di gusto. Da un riso legato a una proposta visiva (l’attore era prima di tutto sgraziato) basata su azioni a quello più improntato sulla parola e sul testo. Un tempo il pubblico era più omogeneo e non c’era la differenziazione in gruppi che ridono diversamente a seconda dell’età, del genere, della tendenza politica e della provenienza geografica.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

IL BAGLIORE CHE ILLUMINA L’EVIDENZA
di Moni Ovadia

In una lunga intervista rilasciata a Orsola Vetri, l’attore parla dell’umorismo ebraico. Dalla "nascita" del progetto d’Israele avvenuta in concomitanza con un pensiero umoristico e una risata sino ai tanti personaggi, più o meno caricaturizzati, della cultura Yiddish. I suoi spettacoli, tuttavia, vogliono soprattutto far pensare per contrastare ogni pregiudizio.








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 8/9 agosto-settembre 2004 - Home Page