Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 1 GENNAIO 2005

Sommario

EDITORIALE
Quando il matrimonio si consolida
la DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) La rinuncia alla seduzione
di LUCETTA SCARAFFIA

apep00010.gif (1261 byte) Recupero del legame coniugale
di GIULIA PAOLA DI NICOLA

apep00010.gif (1261 byte) La vecchiaia può attendere
di GIAN CARLO BLANGIARDO e LIVIA ORTENSI

apep00010.gif (1261 byte) Per vivere il "tempo reale"
di MARIATERESA ZATTONI

apep00010.gif (1261 byte) Menopausa senza paura
di SALVATORE FILINCIERI

apep00010.gif (1261 byte) Dal rifiuto alla valorizzazione
di NADIA CROTTI e LAURA BERRETTA

DOSSIER
Donne e libere professioni
di CINZIA BOSCHIERO

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
Aggressione mediatica alla terza età
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Non solo veline
di MANUELA MANCINI
Barbara e la sua "diversità"
di HARMA KEEN

MATERIALI & APPUNTI
Giovani e anziani a confronto
di SERENA GAIANI e MARCO DE CASSAN

CONSULENZA GENITORIALE
L’equilibrio assicurato dal dialogo
di M. TERESA PEDROCCO BIANCARDI

POLITICHE FAMILIARI
Dalla partecipazione alla cooperazione
A CURA DELL’AGE

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Poche donne in Cina e in India
di ORSOLA VETRI

LIBRI & RIVISTE

 

EDITORIALE

Quando il matrimonio si consolida

La Direzione
   

Per vivere bene la terza fase della vita sono necessarie la salute e la sistemazione della prole, ma niente vale più dell’equilibrio nella relazione coniugale.

In una cultura che esalta i modelli edonistici, prevalgono le problematicità relazionali, sociali e medico-sanitarie della menopausa, che noi preferiamo considerare come "età" del cambiamento. Per viverla bene sono importanti le buone condizioni di salute, la sistemazione dei figli, la stabilità della posizione lavorativa e la possibilità di una formazione permanente. Tuttavia, niente vale più dell’equilibrio raggiunto nella relazione coniugale.

Quando il matrimonio non solo "tiene" ma si consolida, ci si sente ancora persone attive, capaci di ottimizzare le proprie energie, di ridurre gli sprechi, di espandere la propria fecondità a tutte le dimensioni della vita. Moglie e marito fanno fronte con la maturità del cammino compiuto alle tante trasformazioni delle relazioni familiari. Imparano a studiare sé stessi, a scoprire le risorse ancora da sviluppare e i limiti da accettare. Possono chiedere aiuto se necessario, essere generosi, dare il massimo dell’attenzione alle piccole cose, manifestare gratitudine e serenità.

Sovente la forza della coppia matura nasce dall’energia che soprattutto la donna riesce a scovare nelle pieghe del proprio vissuto, per infondere ottimismo anche nel partner. Le prove della vita, le difficoltà della salute, il timore della solitudine possono condurre alla depressione, oppure generare una nuova e più profonda sensibilità. Dipende da come ci si è preparati a questa stagione che si presenta come densa di cambiamenti fisiologici, psicologici, relazionali. La stabilità interiore raggiunta, tuttavia, sopperisce ai mille fastidi d’ogni tipo che gli anni arrecano a chi sperimenta quotidianamente il venir meno delle forze.

Per non ripiegarsi su sé stessi, bisogna far fiorire l’amicizia, le relazioni sociali e colorare di tenerezza e vivacità le nostre giornate. Guardarsi indietro diventa avvincente e il presente merita d’essere valorizzato. Ma, soprattutto, si può progettare il modo migliore di dare continuità alla propria opera nei figli o oltre loro.

La direzione








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 1 gennaio 2005 - Home Page