Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 6/7 GIUGNO-LUGLIO 2005

Sommario

EDITORIALE
Giovani trasgressivi e adulti distratti
la DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Lotta al fumo: un’emergenza mondiale
di STEFANO CENTANNI e ALESSANDRA PISTONE

apep00010.gif (1261 byte) Come uscire dalla dipendenza
di MICHELE G. SFORZA e SARA CRESPI

apep00010.gif (1261 byte) Tempi duri per i fumatori
di MAURO CROCE

apep00010.gif (1261 byte) Sigarette: l’esempio dei genitori
di PIERGIORGIO TAGLIANI

apep00010.gif (1261 byte) Il bisogno di sperimentare
di EMANUELA BITTANTI

apep00010.gif (1261 byte) Alla ricerca di un’adultità maldestra
di EMANUELA CONFALONIERI

apep00010.gif (1261 byte) Riti iniziatici e riti di legame
di MARIATERESA ZATTONI

DOSSIER
Leggi che mutano le abitudini
di EMANUELA ZUCCALÀ

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
Il fascino di Humphrey Bogart
di BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Titoli da prima pagina
di ROSANNA BIFFI
Messaggi di fumo
A CURA DELL’OSSERVATORIO FUMO, ALCOL E DROGA
Le dimissioni da "figlio di papà"
di ORSOLA VETRI

MATERIALI & APPUNTI
Con la "stizza" tra le dita
di PAOLA SPOTORNO

CONSULENZA GENITORIALE
Una realtà nascosta per anni
di ARISTIDE TRONCONI

POLITICHE FAMILIARI
Le domande che tutti ci poniamo
A CURA DELLA CONSULTA REGIONALE LOMBARDA DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI

LA FAMIGLIA NEL MONDO
In fuga dalla famiglia
di ORSOLA VETRI

LIBRI & RIVISTE

SOMMARIO
   

LOTTA AL FUMO: UN’EMERGENZA MONDIALE
di Stefano Centanni e Alessandra Pistone

L’obiettivo delle leggi antifumo deve essere il diritto alla salute di chi è consapevole dei rischi mediante la tutela dell’ambiente comune. Gli interessi economici dell’industria del tabacco sono riusciti a incidere in modo evidente sull’opinione pubblica che sottostima i danni da sigaretta a favore di quelli da inquinamento atmosferico. È compito degli operatori sanitari istruire l’opinione pubblica sui realistici rischi legati al tabacco per intraprendere una corretta strategia preventiva e terapeutica. Il fumo è oggi riconosciuto dall’Oms come la principale causa evitabile di morbosità e mortalità.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

COME USCIRE DALLA DIPENDENZA
di Michele G. Sforza e Sara Crespi

La dipendenza da nicotina è un problema ampiamente diffuso che procura gravi conseguenze fisiche ed enormi sofferenze per molti dei soggetti che ne sono affetti e per coloro che vivono loro accanto. Danni altrettanto significativi vengono arrecati a tutta la comunità in termini di costi sociali e rischi di patologie per fumo passivo. La dipendenza è un complesso fenomeno che affonda le sue radici in cause biologiche, psicologiche e sociali. Provoca numerose patologie e la Sindrome da astinenza. Le diverse terapie (farmacologica, medica e psicoterapica) conducono il soggetto al raggiungimento dell’astinenza dal fumo e al successivo mantenimento della stessa.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

TEMPI DURI PER I FUMATORI
di Mauro Croce

Il decreto Sirchia e la campagna di prevenzione dal fumo di sigarette hanno avuto un notevole impatto sociale e hanno ottenuto un generale consenso da parte dell’opinione pubblica. Ma quali sono state le reazioni da parte dei cosiddetti fumatori accaniti? Come mai – a differenza di molti che sono riusciti o hanno provato a smettere di fumare – altri – pur attenendosi alle limitazioni imposte dalla legge – anche a fronte degli allarmi crescenti hanno di fatto mantenuto inalterate le loro abitudini rispetto al fumo di sigarette? Come sono stati distorti e rimodellati i messaggi da parte dei fumatori e quale è la funzione del gruppo? Perché se è così facile cominciare a fumare è così difficile smettere per molti?

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

SIGARETTE: L’ESEMPIO DEI GENITORI
di Piergiorgio Tagliani

I genitori che fumano, o che comunque non assumono posizioni in proposito, rappresentano un modello di identificazione fondamentale affinché il fenomeno del tabagismo si trasformi da un’esperienza transitoria (spesso rinforzata dal gruppo dei pari) a un’abitudine consolidata nel tempo. Per questo è necessario interrogarsi sulle proprie posizioni riguardo all’argomento. Non è infatti sufficiente fornire ai giovani informazioni precise sulle conseguenze di tale comportamento ma è indispensabile divenire consapevoli dei propri atteggiamenti (più o meno espliciti) per proporli in termini valoriali.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

IL BISOGNO DI SPERIMENTARE
di Emanuela Bittanti

Fare ricorso a un modello unitario di lettura dei comportamenti in rapporto a condizioni di benessere/malessere psicologico, può offrire lo spunto per comprendere significati e per individuare interventi di educazione alla assunzione di stili di vita salutari, non solo in relazione all’uso del tabacco, ma in rapporto alla capacità globale di scelta consapevole di comportamenti derivanti da un bilancio decisionale personale, frutto sia di informazioni pertinenti e approfondite, ma anche di un uso sufficientemente flessibile di Sé – in rapporto a se stessi e agli altri – delle proprie personali motivazioni, affetti e aspirazioni, per soppesare i vantaggi e gli svantaggi delle opzioni che guidano i nostri atti.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

RITI INIZIATICI E RITI DI LEGAME
di Mariateresa Zattoni

Numerose ricerche hanno messo in evidenza che tra i fumatori saltuari di dodici o tredici anni un’alta percentuale diventa abituale o accanito in età adulta. A questo dato bisogna aggiungere l’osservazione che se i genitori, o gli adulti di riferimento, non disapprovano esplicitamente la scelta di fumare di un adolescente, questo si sente incentivato se non approvato nel suo fare uso di tabacco. L’informazione sui danni non è un deterrente per i ragazzi. Più incisivo è il comportamento positivo di un gruppo di pari, meglio ancora se un gruppo educativo.








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 6/7 giugno-luglio 2005 - Home Page