Famiglia Oggi.

Logo San Paolo.
Sommario.

Numeri precedenti.        

Cerca nel sito.       

n. 10 OTTOBRE 2006

Sommario

EDITORIALE
Rispettare i bisogni dei bambini
la DIREZIONE

SERVIZI
apep00010.gif (1261 byte) Rimanere genitori per sempre
GIANCARLO TAMANZA

apep00010.gif (1261 byte) Aiutare i bambini a capire
SILVIA VEGETTI FINZI

apep00010.gif (1261 byte) L'affidamento condiviso
MARINO MAGLIETTA

apep00010.gif (1261 byte) Per non dividere in due il proprio figlio
LAURA FORMENTI

apep00010.gif (1261 byte) Uno sguardo nelle tasche dei separati
MAURIZIO QUILICI

DOSSIER
La mediazione familiare
DANIELA GALLI E CHIARA KLUZER

RUBRICHE
SOCIETÀ & FAMIGLIA
I due mondi separati di Agnese
BEPPE DEL COLLE

MASS MEDIA & FAMIGLIA
Come la società ama vedersi
SARA LATTUADA

Dal più piccolo dei grandi festival
CHIARA MACCONI

Un'autobiografia di sadismo e violenza
ORSOLA VETRI (a cura di)

MATERIALI & APPUNTI
Il compimento di noi stessi
CINZIA BOSCHIERO

CONSULENZA GENITORIALE
Agire con comprensione
ARISTIDE TRONCONI

POLITICHE FAMILIARI
Una possibilità per il "dopo di noi"
VITO MARIANI

LA FAMIGLIA NEL MONDO
Adozione: accelerare le procedure
STEFANO STIMAMIGLIO E ORSOLA VETRI

NOTIZIE DAL CISF
Un progetto per prevenire il disagio

LIBRI & RIVISTE

EDITORIALE

Rispettare i bisogni dei bambini

La Direzione
   

I modi in cui vengono attuate le nuove norme non dovrebbero essere definiti da schemi rigidi ma coniugati il più possibile secondo la realtà delle diverse situazioni.

Il tema dei figli coinvolti nelle separazioni è tornato alla ribalta della cronaca nei primi mesi del 2006 quando sono state approvate le "Nuove disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso di figli" cui hanno fatto seguito interventi di diversa provenienza da parte di sostenitori e detrattori della normativa. Ora che le polemiche si sono decantate, vale la pena di riflettere partendo solamente dal benessere dei sempre più numerosi bambini e ragazzi coinvolti nella fine del matrimonio dei genitori.

Che il riconoscimento effettivo del loro diritto a continuare ad avere due genitori non possa essere che un passo avanti in una società, che per troppo tempo ne ha trascurato i bisogni e le esigenze messa in trappola dalla conflittualità degli adulti, non è in discussione. Ma, d’altra parte, sarebbe superficiale pensare che responsabilità e coerenza da parte di mamma e papà possano scaturire come per incantesimo soltanto da un mutamento giuridico e nominale.

Pur nelle diverse professionalità e punti di vista, lo ribadiscono tutti gli autori di questo fascicolo a cominciare da Giancarlo Tamanza, che scrive: «La sopravvivenza dell’efficacia genitoriale dipende solo in misura limitata dalla ridefinizione giuridica e materiale dei confini della famiglia: coabitazione, affidamento dei figli...».

Molti dei contributi, del resto, mettono in luce la strategica importanza del momento della separazione e della comunicazione ai figli, che per troppo tempo, come ricorda Silvia Vegetti Finzi, sono stati tagliati fuori "per il loro bene" provocando in qualche caso la sensazione di essere i colpevoli della fine del matrimonio mentre «quando i genitori ammettono il loro dolore, autorizzano i figli a fare altrettanto e sgombrano la scena dagli inutili orpelli delle rassicurazioni di maniera».

Separati, ma genitori per sempre, dunque, non deve rimanere un facile slogan, ma riempirsi di significato seguendo percorsi che non dovrebbero essere definiti da schemi rigidi, ma, piuttosto, coniugati il più possibile secondo la realtà sfaccettata delle diverse situazioni e delle individualità coinvolte.

Nella realizzazione di questo obiettivo non sono da sottovalutare ruoli e compiti della famiglia estesa, della comunità e della società, nell’accoglienza, nell’ascolto e nell’aiuto a chi si ritrova un nido distrutto.

La direzione








 

Your browser doesn't support java1.1 or java is not enabled!

 

Famiglia Oggi n. 10 ottobre 2006 - Home Page