Gazzetta d'Alba online Logo San Paolo
 

 
Gazzetta d'Alba, n. 27 del 4 luglio 2006

n. 27 del 4-7-2006
Questa settimana
scelti per voi...

L'acqua che non c'è
di CLAUDIO SONNATI

Dal Roero:«Contrattiamo
le tariffe con l'Enel!»

di C.S.

Servono uno scatto d'orgoglio
e un tavolo di crisi

di PAOLO MARENGO

Le ruspe nell'ex Calissano
di M.G.O.

Dona il sangue prima di
andare in vacanza!

Un "Folkestate" anni '60 
con Dik-Dik e Camaleonti
di VALTER MANZONE

Disoccupati targati Cn
di MARIA GRAZIA OLIVERO

Cinque storie di ordinaria incertezza
di ALESSANDRO CASSINELLI

Bobba: «Più euro in busta»
di M.G.O.

Addio Fondi di solidarietà?
di A.B.

Preoccupati i due Consorzi
di difesa piemontesi

di G.M.

La patata dell’alta Valle Belbo
esce dalla nicchia

di VALERIA PELLE

Crisi tra Comune e Agenzia
di ROBERTO BUFFA

Terzo festival Food in film
di ELISA PIRA

A Cherasco filatelia,
mobili antichi e dischi

di C.L.

Turismo nei borghi autentici
di VALERIA PELLE

«Un angolo accogliente
di cultura e umanità»

di RAOUL MOLINARI

Il doping resta nel piatto
di MARIA GRAZIA OLIVERO

Alba ripensa a Levaldigi
se punterà sui voli low cost

Via lucis per Teresa
di BEPPE BRUNETTO

Marsabit ha la sua Altavilla
di PAOLO TABLINO

Per la Douja d’or numero 40
scoppia la pace tra enti locali

di GIUSEPPE SINI

Testimone di Dio in Estremo Oriente
di GIULIANO SAREDI

Prime scintille in Consiglio
di MARESITA BRANDINO

Piero Rossano, 15 anni dopo
di EDOARDO BORRA

Astimusica: da Avitabile a L’Aura
passando per gli Stadio

Wikipedia, enciclopedia in piemontese
di V.P.

Riapre il Pavaglione
di V.P.

Centro culturale San Paolo

 

 

 

   
Astimusica: da Avitabile a L’Aura
passando per gli Stadio

 

 

Venerdi 7 luglio prenderà il via l’undicesima edizione di Astimusica, il festival che si svolge in piazza della Cattedrale fino al 23 luglio. La manifestazione, della quale è direttore artistico Massimo Cotto e che è organizzata dal Comune con il patrocinio della Regione, propone anche quest’anno un grande cast.

Tra i vari appuntamenti, c’è grande attesa per le prime nazionali dei tour italiani degli Eels e di Billy Cobham, per i nuovi spettacoli di Gianna Nannini e degli Stadio e per un santone della musica come Eric Burdon. Molta curiosità anche per i remake anni ’80 di Garbo e Howard Jones e per il grande cantautorato italiano rappresentato da Pacifico, Ivan Segreto e Luca Madonia. I più giovani attenderanno invece con entusiasmo Caparezza, L’Aura e i Deasonika. Tutti i concerti, tranne Nannini (18 euro), Eels (22), Eric Burdon (15), Caparezza (10), Stadio (15), sono a ingresso libero.

L'Aura.
L’Aura
.

Il calendario di Astimusica.

Venerdì 7 luglio: Enzo Avitabile e i Bottai di Portici; sabato 8: Graziano Romani; domenica 9: Orquestra do fuba’; lunedì 10: Gianna Nannini; martedì 11: Billy Cobham; mercoledì 12: Eels; giovedì 13: Howard Jones; venerdì 14: L’Aura; sabato 15: Deasonika; Domenica 16: Hasta jazz orchestra; lunedì 17: Eric Burdon; martedì 18: Caparezza; mercoledì 19: Garbo; giovedì 20: Ivan Segreto; venerdì 21: Stadio; sabato 22: Pacifico; domenica 23: Rudy Marra e Luca Madonia. Prevendita: ad Alba, Discolandia-Bside, via Vittorio Emanuele 19, Radio Guido, via Vittorio Emanuele 17; a Bra, Disco volante, via Principi di Piemonte 49, Barbero dischi, via Vittorio Emanuele 244; ad Asti, Walter foto, piazza Alfieri 37.


      

  
La versione dell’opera «libera» su Internet è nata per iniziativa di Alberto Serra

Wikipedia, enciclopedia in piemontese

di V.P.
   

«La Wikipedia a l’è la pì gran enciclopedìa dël mond ant sla Ragnà, e costa a l’è soa edission an piemontèis». Ovvero: «Wikipedia è la più grande enciclopedia del mondo in Rete, e questa è la sua edizione in piemontese». Ecco il benvenuto che da qualche giorno si può trovare curiosando nella più nota, e più ampia, enciclopedia on line della Rete. Anzi, d’la Ragnà. Sì, perché a spopolare nel mare magnum di Internet, adesso, c’è anche l’edizione tutta piemontese. E se la versione originale si deve all’ingegnere americano Jimmy Wales, ex agente di borsa a Chicago, che nel 2001 ha pensato di emulare Diderot e D’Alembert, creando un’enciclopedia che chiunque può arricchire a patto che rispetti il criterio unico e irrinunciabile dell’obiettività, questa nostra versione subalpina si deve ad Alberto Serra, noto on line come Berto d’la Sera, che vive in Ucraina ma non ha dimenticato le origini, a Dragunot e a un manipolo di appassionati cultori della lingua piemontese che, ogni giorno, arricchiscono questa sezione del sito inserendo voci e articoli (oggi sono quasi 800).

Tra questi irriducibili fan del piemontese, convinti che anche, e forse soprattutto, Internet oggi sia il mezzo per dare voce, autorevolezza e spazio a una lingua che troppi, nello stesso Piemonte, praticano sempre meno, c’è anche un albesissimo: Battista Cornaglia, in t’la Ragnà Curnaiass, che si è iscritto al sito per aggiornare la sezione Mangé e bèive. Così il piemontese è approdato in mezzo alle 99 lingue che compaiono sul sito di wikipedia, dal Maori all’Afrikaans, dal Galego all’Andaluso, al Suomi (tanto per citare alcune tra le più curiose, il cui alfabeto era comprensibile). E per la lettura non c’è problema, anche per chi non è autoctono, basta che abbia un minimo di familiarità con la fonetica. Sì, perché ad assistere i dubbiosi c’è il link Ommi, ma io non so leggere! che con tanta pazienza spiega le principali regole fonetiche e grammaticali in modo che chiunque abbia il suo badge da bogianen.

E se vi resta ancora qualche dubbio, scorrete le pagine partendo da http://pms.wikipedia.org/wiki/Intrada e cliccando poi sulle varie sezioni Sport e dësmore, Art e costume, Siense dl’òmo, Siense, Industria e produssion, curiosando tra le foto del mese (a giugno era un bel porcino, anzi un bolé vinaté) o scoprendo la sità dël mèis (in onore dei Mondiali non poteva che essere Berlin), forse qualche parola sfuggirà alla comprensione, ma ne vale la pena!

v.p.


      

  
Sabato 8 luglio, dalle 18, con la lettura di Enzo Brasolin

Riapre il Pavaglione

di V.P.
   

Torna a vivere la cascina del Pavaglione e lo farà da sabato 8 luglio, attraverso una inaugurazione tutta fenogliana. A richiamare le parole dello scrittore più amato delle Langhe sarà la voce di Enzo Brasolin, invitato a recitare brani tratti, non poteva che essere così, dalla Malora.

Ristrutturata, sistemata, arricchita di una vasta biblioteca, la cascina di fenogliana memoria riaprirà i battenti dalle 18. Dopo le sporadiche aperture avvenute nelle settimane scorse in occasione delle visite guidate e i trekking di Terre alte, finalmente il Pavaglione sarà sempre accessibile al pubblico, ai curiosi, agli amanti di Fenoglio e delle Langhe, per scoprire attraverso i libri, il paesaggio, le proiezioni, qualcosa di più sulle colline e sulla figura dello scrittore che ha raccontato loro e la loro gente.

v.p.


      

   
Centro culturale San Paolo
 

Locali accoglienti e ritoccati per il Centro di piazza San Paolo 14 di Alba, diretto da don Ampelio Crema (sotto mentre procede alla benedizione della nuova struttura, avvenuta venerdì scorso), neoeletto superiore provinciale d’Italia della Società San Paolo. A lui cordialissime felicitazioni da parte del giornale.

La benedizione della nuova struttura, avvenuta venerdì scorso.