Filastrocca del pianto

Filastrocca del pianto 
 
    

   G Baby - Home Page

 

 

 

 

Pirulìn piangeva piano.
voleva un aeroplano.
la mamma non l'aveva:
Pirulìn Pirulìn piangeva.

Le lacrime cadenti
dagli occhi goccia a goccia,
le guance due elefanti
che facevano la doccia.

La mamma consolava,
carezze e fazzoletto.
Però non funzionava,
s'era aperto il rubinetto.

A mezzogiorno in punto
nel cielo passa un punto,
minuscolo e lontano.
Pirulìn! C'è l'aeroplano!

Aeroplano volante!
La gente guarda su.
Non c'era scritto niente,
ma Pirulìn non piange più.

Testo di Bruno Tognolini * illustrazione di Silvia Fabris

   G Baby - Home Page