Sommario.
Disegna e colora

 

 

 

 

Abbonati on line

 

 

 

 

 

 

 

Tommy Gi

Uomini e donne, insieme

A volte competere alla pari tra maschi e femmine è possibile

La sciatrice americana Lindsey Vonn, da anni dominatrice incontrastata dello sci alpino, ha chiesto nelle scorse settimane di poter competere in una gara di Coppa del Mondo con i maschi. Il permesso le è stato negato. Qualcuno, forse giustamente, ha visto in quell'idea una trovata per farsi pubblicità. Intanto però la vicenda ha riacceso la curiosità sulla possibilità magari futura di uno sport in cui le prestazioni sportive delle donne potrebbero avvicinarsi sempre di più a quelle degli uomini. Ma davvero potrà accadere? Sì e no. Dipende, soprattutto, dalla disciplina. Negli sport in cui si tratta di competere in termini di velocità, potenza e resistenza, gli uomini saranno sempre avvantaggiati per un fattore fisiologico di maggiore massa muscolare.

E infatti quando accade che le donne si avvicinino pericolosamente, come è successo a Londra con la giovane cinese che ha nuotato una frazione di staffetta più velocemente di Phelps, si tende a temere, se non proprio a sospettare, che ci sia pericolo più che altro di forme sofisticate di doping che ancora fuggono ai controlli. Invece nelle discipline di destrezza, come il tiro a volo, la carabina, il tiro con l'arco in teoria sarebbe già possibile gareggiare assieme, anche se per le donne si tratterebbe di abituarsi a sequenze di tiro più lunghe o comunque diverse. Nel tiro a volo (sotto, l'olimpionica Jessica Rossi) le gare miste sono anche esistite in passato e ancora si fanno a volte anche se non a livello olimpico.

Non c'è, in questi casi in cui a prevalere non è lo sforzo fisico, ma la concentrazione e la destrezza, una reale differenza tra prestazioni maschili e femminili. È questione di abitudine. Nell'equitazione, dove a sostenere la prestazione fisica è il cavallo, uomini e donne competono assieme. Prevedono competizioni a squadre miste sia il tennis che il badminton con il doppio misto, oltre a un recente esperimento del nuoto con le staffette e ad alcuni equipaggi della vela: l'alternanza o la presenza in campo equilibrata di uomini e donne da una parte e dall'altra annulla le differenze. Nel tennis in passato, in realtà, Martina Navratilova e Billie Jean King avevano anche provato a sfidare dei colleghi maschi in singolare, ma si trattava di esibizioni, utili più che altro ad attirare l'attenzione sui diritti delle donne non sempre riconosciuti.

 
SCRIVETE LE VOSTRE E-MAIL
A QUESTO INDIRIZZO:

tommygi@ilgiornalino.org 
Redazione "IL GIORNALINO" - 
VIA GIOTTO 36 - 20145 MILANO

Editoriale
Qui parliamo noi
Chiedo a Zio Giò
L'inviato speciale
L'inviato speciale II
G come Gesù
Canale G
Billa
Tommy Gi
Raffa per te
Fumetto
Giochi

  
 Scelti per voi



Il sosia di Napoleone

È davvero sorprendente l'intreccio di questo libro, che
l'autore ha anche illustrato con una tecnica in bianco e
nero molto originale. Il medico di Napoleone e il suo
giovane assistente un mattino scoprono che...



 
Conoscere insieme

 

 
 
Il Giornalino - Sommario


©2012 Copyrights - Periodici San Paolo s.r.l.