Madre di Dio

 

N. 4 aprile 2006

Spiritualità e missione del Santuario "Regina degli Apostoli" e suo organo promozionale

Il nostro Alleluja pasquale con Maria

Amici lettori

Maria icona della maternità secondo lo Spirito
  
Stefano De Fiores

Affidati alle cure della Madre
  
Giuseppe Daminelli

Il ruolo di Maria nella storia dell’umanità
    
Bruno Simonetto

L’Apparizione del Risorto alla Madre e la festa della Risurrezione
    
George Gharib

L’apostolo del "Totus tuus"
    
Bianca Maria Veneziani

Storia dell’"Angelus" - 15
  
 Simone Moreno

Fatti e persone
    
a cura di Piero Roma

Maria, eco di Dio
  
Alberto Rum

lLa Passione del Signore e la "com-passio Matris"
    Simone Moreno

 Come Maria, Missionarie del mondo
    
Maria Di Lorenzo

In Libreria

Il Magnificat di Don Alberione - 15
  
Bruno Simonetto

Santuari mariani d'Europa

 

Madre di Dio n. 4 aprile 2006 - Copertina

 Il Santo mariano del mese

 
di BIANCA MARIA VENEZIANI

L’apostolo del "Totus tuus"

San Luigi Maria Grignion da Montfort è indubbiamente uno dei più grandi cantori di Maria di tutti i tempi.
 

Particolare della statua di San Luigi M. Grignion da Montfort - Basilica Vaticana.Il "Trattato della vera devozione alla SS. Vergine" di San Luigi Maria Grignion da Montfort, fondatore dei "Missionari della Compagnia di Maria" [i Padri Montfortani] e delle ‘Figlie della Sapienza", è indubbiamente uno dei best-seller della spiritualità di tutti i tempi. Di sicuro, è un classico della spiritualità mariana fin da quando fu provvidenzialmente rinvenuto nel 1842 in un baule, dopo oltre centovent’anni dalla morte del suo Autore, avvenuta il 28 Aprile 1716.

Nato a Montfort, in Francia, il 31 Gennaio 1673, morirà molto giovane, a soli 43 anni. Ma la sua intensa attività missionaria, insieme con la sua forte spiritualità mariana, lo rende uno dei più grandi e incisivi santi della Chiesa.

Compiuti gli studi umanistici e filosofici nel Collegio dei Gesuiti a Rennes, viene ordinato sacerdote nel 1700. Zelantissimo, lancia l’idea di una nuova missione per l’evangelizzazione [oggi si direbbe: rievangelizzazione] dei Paesi di antica tradizione cristiana.

A tale scopo istituisce Scuole gratuite per ragazzi poveri, erige Associazioni, scrive Regolamenti di vita, fonda Congregazioni, la prima e più importante delle quali è ovviamente quella che da lui prende nome: dei Missionari Montfortani, affidando loro la cura particolare dei poveri e la piena valorizzazione della pietà popolare.

Mosaico di San Luigi M. Grignion da Monfort - Collegio Teologico Monfortano, Roma.
Mosaico di San Luigi M. Grignion da Monfort - Collegio Teologico Monfortano, Roma.

"La vera devozione"

Ma il Santo di Montfort è soprattutto uno dei più grandi cantori di Maria di tutti i tempi. Nonostante siano andate perdute le prime e le ultime pagine del testo originale de "La vera devozione", le parole iniziali del manoscritto a noi pervenuto non soltanto esprimono bene il tema di tutta l’opera, ma dicono pure la ragione ultima dell’autentica pietà mariana: "È per mezzo della Santissima Vergine Maria che Gesù Cristo è venuto al mondo, ed è ancora per mezzo di lei che egli deve regnare nel mondo" [n. 1].

Quest’affermazione, enunciata come una tesi da dimostrare, è in realtà frutto della testimonianza di vita offerta dall’Autore, che così si esprime: "Con tutta la Chiesa confesso che Maria, essendo una semplice creatura uscita dalle mani dell’Altissimo, paragonata alla sua Maestà infinita, è meno di un atomo, o meglio non è proprio nulla, perché solo lui è Colui che è [Es 3, 14]; di conseguenza, questo grande Signore, sempre indipendente e autosufficiente, non ha avuto e tuttora non ha assolutamente bisogno della Santissima Vergine, per realizzare i suoi voleri e per manifestare la propria gloria […]. Tuttavia, io dico che stando così le cose, avendo cioè Dio voluto iniziare e compiere le sue più grandi opere per mezzo della Santissima Vergine, da quando l’ha plasmata, bisogna credere che egli non cambierà condotta nei secoli dei secoli, poiché lui è Dio e non muta né i suoi sentimenti né il suo modo di agire" [nn. 14-15].

La formula montfortiana della consacrazione a Maria ["Totus tuus"] è qualcosa di più che l’espressione di una semplice devozione alla Madonna: dice infatti – come affermava Papa Wojtyła – "che la vera devozione alla Madre di Dio è proprio cristocentrica, anzi è profondissimamente radicata nel Mistero trinitario di Dio, e nei misteri dell’Incarnazione e della Redenzione" [cfr. Giovanni Paolo II in "Varcare la soglia della speranza", Mondadori 1994, pp. 229-233].

Bianca Maria Veneziani